Messina. Parcheggio del cavalcavia, primo giorno a pagamento: oltre l'80 % dei posti resta vuoto - Tempostretto

Messina. Parcheggio del cavalcavia, primo giorno a pagamento: oltre l’80 % dei posti resta vuoto

Marco Ipsale

Messina. Parcheggio del cavalcavia, primo giorno a pagamento: oltre l’80 % dei posti resta vuoto

martedì 19 Aprile 2022 - 13:45

Alle 10.30 c'erano solo 27 auto parcheggiate su una disponibilità di 175 posti

Servizio di Giuseppe Fontana e Marco Ipsale

A metà mattinata il parcheggio è praticamente vuoto. Non il migliore dei debutti per i posti a pagamento del cavalcavia. Da oggi per lasciare l’auto si paga un euro l’ora o tre euro per mezza giornata o cinque euro l’ora, stessi prezzi delle altre strisce blu in centro città.

Alle 10.30 di stamani erano occupati 27 stalli su 175, appena il 15 %. Un solo rilevamento potrebbe non essere indicativo, occorre vedere cos’accadrà anche nelle altre ore e nei prossimi giorni. Ma è facile prevedere che la situazione non cambierà granché.

Il parcheggio, che si trova a 500 metri da piazza Cairoli, è stato aperto tre anni fa e, fino a prima del tracciamento delle strisce blu, era sempre pieno, soprattutto la mattina si faceva fatica a trovare un posto libero. Ora che è a pagamento, invece, la situazione cambia. Del resto in città esistono già gli esempi del Cavallotti, che si riempie per uno o due piani su quattro, e del parcheggio di Villa Dante, che resta quasi sempre vuoto.

La situazione del cavalcavia è ancora più particolare visto che originariamente questo parcheggio doveva essere destinato per due terzi della sua superficie a terminal bus, in modo da eliminare il caos che esiste da anni intorno alla stazione, anche perché Messina è una delle pochissime città di medie dimensioni a non averne uno. Invece a gennaio, guida giunta De Luca, si era deciso di dimezzare i posti bus, da 16 a 8, e di raddoppiare quelli auto, da 41 a 84. Poi a marzo, guida commissario Santoro, si è deciso ancora di eliminare del tutto i posti bus e lasciare solo 175 stalli per le auto.

148 su 175 stamattina erano vuoti. Ma non era meglio lasciarne solo 41 e destinare il resto dello spazio a terminal bus come da progetto originario?

Articoli correlati

8 commenti

  1. Scelta lungimirante dell’amministrazione comunale, è ovvio che pochi avrebbero parcheggiato al cavalcavia dovendo pagare, prima era gratis per questo era sempre pieno, almeno dovrebbero dimezzare le tariffe.

    20
    1
  2. Trattandosi di un parcheggio ‘sopra la stazione’ non dovrebbe essere un parcheggio di interscambio con tariffe molto agevolate per chi usa il treno?
    Non mi sembra una idea geniale, anzi sarebbe dovuta essere una ovvietà, ma nella nostra città evidentemente non è così.

    17
    1
  3. Non voglio essere polemico ma non riesco a capire sulla base di quali argomentazioni si continua a sostenere che quel parcheggio può accogliere i bus che collegano la provincia tirrenica ionica è L aereo porto di Catania. Manca di tutto: sale attesa,biglietterie,servizi igienici,pensiline e perché no servizio ristoro e vigilanza. Pensate ad un vs parente che arriva da Catania alle 24 e resta solo in vs attesa. Sulla gratuità o prezzi ridottissimi è altro discorso

    5
    1
  4. First of all.. vorrei capire senza fare infrazioni al codice della strada come vi si accede in maniera regolare. Then.. con lo stesso prezzo si parcheggia in Via dei Mille..
    Suggerirei che si tratta di un parcheggio comodo sia per i pendolari sia per chi parcheggia tutto il giorno.. 5 euro oggettivamente a Messina sul cavalcavia sono troppe.. aggiungo che se volessi parcheggiare regolarmente in questo “parcheggio” e volessi andare alla villetta S.Rainei o Ricrio a mare.. non c’è un passaggio pedonale uscendo a sinistra.

    4
    0
  5. Dimezzate i prezzi e tornerà a riempirsi!

    7
    0
  6. A Messina non esistono più parcheggi liberi ormai tutta Messina è dipinta di blu, la cosa più grave è che se devi fermarti a comprare e ti fermi un attimo già ci sono i parcheggiatori che scrivono invece di avere un poco di tolleranza e pensare che lasciare la macchina in doppia fila la posteggia un attimo e poi va via. Questa è una cosa che non va bene, invece di fare cose utili che servono alla città ad esempio sistemare i vari incroci,sincronizzare i semafori ecc

    1
    0
  7. Concordo con alcuni commenti, un’euro l’ora, in quella zona è troppo.
    Facendolo a 50 centesimi, sarebbe pieno.

    1
    0
  8. Francesco Donato 21 Aprile 2022 21:34

    No, è tutto sbagliato questi sono i risultati che ha portato un’amministrazione di condominio🤮🤮🤮

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007