Meteo Messina: cede l'alta pressione, lunedì arriva il maltempo, attenzione ai temporali - Tempo Stretto

Meteo Messina: cede l’alta pressione, lunedì arriva il maltempo, attenzione ai temporali

Daniele Ingemi

Meteo Messina: cede l’alta pressione, lunedì arriva il maltempo, attenzione ai temporali

sabato 13 Luglio 2019 - 17:42
Meteo Messina: cede l’alta pressione, lunedì arriva il maltempo, attenzione ai temporali

L'alta pressione sta per cedere, da lunedì arriva il maltempo, rischio di fenomeni intensi. Attenzione all'incremento del moto ondoso fra Tirreno e Ionio

Dopo un lunghissimo periodo caratterizzato da condizioni di tempo stabile, caldo e soleggiato, l’alta pressione sub-tropicale cede, lasciando spazio ad una ondulazione ciclonica, di origine atlantica, di insinuarsi sul bacino centrale del Mediterraneo, per isolare un minimo depressionario nella giornata di lunedì. Tale circolazione depressionaria ad inizio settimana tenderà a scivolare verso sud-est, coinvolgendo più da vicino le nostre regioni meridionali. Ed in modo particolare la Calabria e la Sicilia.

Per la Sicilia si tratterà del primo vero “break estivo”, dopo la lunghissima pausa asciutta che si protrae ormai dai primi giorni di giugno. Fino alla giornata domenicale il tempo continuerà a mantenersi stabile e soleggiato, poi a partire dalla serata dal Tirreno si cominceranno ad affacciare i primi annuvolamenti, medio-alti, sempre più compatti, che indicheranno il peggioramento. Un asse di saccatura, alimentato da un ramo discendente della “corrente a getto”, penetrerà sul Tirreno, evolvendosi in una circolazione ciclonica, con un nocciolo di aria fredda in quota.

Il campo di umidità che aprirà le porte al peggioramento di lunedì

La presenza di questa “sacca di aria più fredda” in quota ad enfatizzare l’instabilità. Specie sopra il mar Tirreno, dove i fortissimi contrasti termici fra l’aria fredda in quota e la superficie del mare particolarmente calda (+26°C) agevoleranno il rapido sviluppo di fortissime correnti ascensionali (moti convettivi), che metteranno le basi per la nascita di imponenti “cellule temporalesche”, foriere di piogge e temporali. Queste “torri di vapore acqueo” potranno elevarsi fino a 12 km di altezza.

Secondo le ultimissime simulazioni modellistiche, nel corso della giornata di lunedì15 luglio, questa circolazione depressionaria in quota scivolerà sul Canale di Sicilia, favorendo un peggioramento delle condizioni meteorologiche un po’ su quasi tutta la Sicilia. Lungo la parte anteriore di questa circolazione di bassa pressione, attiva in quota, si attiverà un flusso di umide correnti sud-orientali (scirocco) che determinerà sin da subito un rapido aumento della copertura nuvolosa, accompagnata dall’avvento di piogge sparse, rovesci e dalla seconda parte del giorno pure temporali, a tratti anche di moderata o forte intensità, ma molto localizzati.

Le precipitazioni attese in 6 ore sul messinese secondo la simulazione odierna del Lamma 12 km

Fra il pomeriggio e la serata di lunedì il passaggio di una linea di confluenza venti, fra lo scirocco e il grecale, favorirà lo sviluppo di un sistema temporalesco a mesoscala che dovrebbe attraversare il messinese, con fenomeni anche intensi lungo la costa ionica, dove peraltro i cumulonembi avranno a disposizione un significativo quantitativo di “energia termica”, legata al calore latente sprigionato dai mari parecchio caldi in superficie. Fra la tarda serata di lunedì e le prime ore di martedì altri temporali si svilupperanno sul Tirreno rischiano di poter sconfinare lungo i litorali della costa tirrenica, a causa della presenza in quota di una ritornante da O-NO e NO che spingerà le nubi temporalesche verso le limitrofe aree costiere della costa tirrenica e l’area dello Stretto.

La torre di un grosso cumulonembo temporalesco vista dallo spazio

I fenomeni, specie durante le prime ore del mattino di martedì, potrebbero risultare davvero intensi, rischiando così di creare criticità per possibili allagamenti nelle aree urbanizzate (specie ora che il terreno, dopo il seccume delle scorse settimane, si presenta impermeabile). Oltre ai temporali e alle piogge a partire da lunedì chi va per mare dovrà fare molta attenzione al rapido incremento del moto ondoso per il rinforzo dei venti di scirocco lunedì, mentre martedì sarà la volta del grecale che spirerà parecchio sostenuto sul basso Tirreno, specie a ridosso delle Eolie, e sullo Ionio a largo.

Dal pomeriggio di lunedì è atteso un rapido incremento del moto ondoso sullo Ionio che da poco mosso diverrà mosso, fino a molto mosso in serata, per onde lunghe da E-SE che determineranno risacche in tutta la ionica. Martedì sarà il Tirreno a rendersi mosso, fino a molto mosso il tratto fra Capo Calavà e la costa palermitana, per onde di “mare vivo” da N-NE, alte anche 1,5 metri, fino a 2,0 metri a largo delle Eolie.

In caso di temporale si consiglia di non rimanere in luoghi all’aperto, come le spiagge, visto l’intensa attività elettrica che accompagnerà questi temporali estivi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007