Milazzo, muore 56enne con la Sla. La famiglia: "In ospedale coi pidocchi". L'Asp apre un'indagine - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Milazzo, muore 56enne con la Sla. La famiglia: “In ospedale coi pidocchi”. L’Asp apre un’indagine

Redazione

Milazzo, muore 56enne con la Sla. La famiglia: “In ospedale coi pidocchi”. L’Asp apre un’indagine

sabato 05 Ottobre 2019 - 00:01
Milazzo, muore 56enne con la Sla. La famiglia: “In ospedale coi pidocchi”. L’Asp apre un’indagine

La denuncia della famiglia, la replica dell'azienda sanitaria

MILAZZO – Un 56enne di Giarre, malato di Sla, è morto all’ospedale di Milazzo, dov’era ricoverato da 40 giorni.

I familiari sono stati avvertiti e sono arrivati ma quando il figlio ha abbracciato il padre ha scoperto che il corpo era pieno di pidocchi. Così ha registrato un video e chiamato la Polizia.

“Nell’attendere le risultanze delle indagini e delle necessarie verifiche da parte della polizia – dice il direttore generale dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia – ho immediatamente avviato una indagine interna, dalla quale sembra emergere che in ospedale e nella stessa rianimazione non ci siano ricoverati infetti da pidocchi, peraltro malattia altamente e immediatamente contagiosa. Per un ulteriore approfondimento epidemiologico ho anche istituito una commissione formata dal dott. Paolo Cardia, direttore medico dell’ospedale di Milazzo, dalla dott.ssa Felicia Laguidara, dirigente medico dell’ospedale di Barcellona, e dal dott. Nino Giallanza, risk manager dell’Asp di Messina, che dovrà accertare minuziosamente i fatti accaduti e se presenti eventuali responsabilità. Esprimo a nome dell’Azienda Sanitaria di Messina le mie condoglianze alla famiglia, per la perdita del congiunto”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007