Porto di Messina: una finestra sulla meravigliosa bellezza della storia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Porto di Messina: una finestra sulla meravigliosa bellezza della storia

Redazione

Porto di Messina: una finestra sulla meravigliosa bellezza della storia

giovedì 29 Luglio 2021 - 07:00

Tutte le informazioni utili per raggiungere il porto di Messina e tutte le località che è possibile visitare

Le vacanze, qualche giorno di relax lontani dalla quotidianità e dalla routine, i drink e le cene con vista mare possibilmente al tramonto, sono motivazioni più che valide che spingono gli italiani a prenotare le proprie vacanze.

Il sud Italia è la meta scelta da un gran numero di turisti, tanto per le bellezze paesaggistiche quanto per le ricchezze monumentali e culturali e, naturalmente, per il mare e le spiagge.

Tra i porti più grandi del mediterraneo, è da citare quello della città di Messina che si estende su un’ampia area di origina naturale.

Il porto è utilizzato non solo per il transito dei passeggeri, ma anche per la commercializzazione ed il trasporto delle merci.

Certamente, con l’arrivo dell’estate e della bella stagione si potrebbe pensare, non a torto, che le corse dei traghetti e degli aliscafi sono intensificate.

Infatti, ciò non è del tutto errato in quanto, pur essendoci corse e collegamenti durante tutto l’anno, nel periodo estivo al fine di favorire il transito dei passeggeri, si assiste ad un incremento ed aumento dei collegamenti.

Le partenze dei traghetti Messina raggiungono importanti ed interessanti località come, ad esempio, le isole Eolie, Reggio Calabria e Villa San Giovanni (Calabria).

Come raggiungere il porto di Messina?

Raggiungere il porto di Messina, per imbarcarsi a bordo dei traghetti e degli aliscafi, non è molto difficile. Facilmente accessibile con l’auto, oppure con il treno consente ai turisti di raggiungere il porto di imbarco, per raggiungere in breve tempo la propria destinazione.

Le compagnie di navigazioni che offrono i collegamenti sono molteplici, al fine di garantire al viaggiatore la massima libertà in termini di scelta, relativi all’ora di imbarco ed al porto di partenza.

Come spesso di sostiene, in viaggio vero e proprio inizia sin dall’organizzazione dello stesso. A tal proposito, molto utili si dimostrano essere le piattaforme digitali che, in pochi click e passaggi, permettono di ricevere le informazioni in merito alla navigazione e permettono, inoltre, di prenotare il biglietto necessario per l’imbarco.

Villa San Giovanni

Tra le località raggiungibili dal porto di Messina vi è Villa San Giovanni, che deve il suo nome a Re Ferdinando IV di Borbone, il quale con decreto datato 1789 mise fine alle dispute che vedevano coinvolte le importanti famiglie del luogo.

Correva l’anno 1969, quando nella frazione Porticello fu ritrovato il relitto di una nave greca ed alcuni importanti reperti, tra cui la Testa del Filosofo, scultura bronzea risalente al V secolo a. C., annoverata tra i più importanti tesori archeologici italiani.

Il reperto è, ad oggi, esposto all’interno del Museo Nazionale della Magna Grecia, nella stessa sala che ospita i Bronzi di Riace.

Le isole Eolie

Le Isole Eolie vantano una, dimostrabile e dimostrata, storia millenaria che si snoda tra mitologia, biodiversità, mare, capperi e Malvasia. L’arcipelago delle Eolie, appartenente alla città metropolitana di Messina, è costituito da sette isole quali, appunto, Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea.

Nel 2000 il territorio in oggetto ha ottenuto un prezioso riconoscimento, entrando a far parte dei Luoghi Patrimonio dell’Umanità. La motivazione di tale decisione è legata all’attività vulcanica. Si legge a tal proposito “La morfologia vulcanica delle isole rappresenta un modello classico negli studi della vulcanologia mondiale. Grazie agli studi effettuati a partire dal XVIII secolo, le isole hanno fornito ai libri di vulcanologia e geologia due tipi di eruzioni (vulcanica e stromboliana) e sono un punto saldo nell’educazione di geologi da più di 200 anni. Le isole continuano ad essere un ricco campo per gli studi di vulcanologia.”

Le isole Eolie, proprio come spesso accade con le isole, sono un meraviglioso incontro di storie e culture che, nel corso del tempo, si sono susseguite agendo da protagonisti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x