Protezione Civile. A Stromboli i giovani imparano ad affrontare i rischi ambientali - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Protezione Civile. A Stromboli i giovani imparano ad affrontare i rischi ambientali

Salvatore Di Trapani

Protezione Civile. A Stromboli i giovani imparano ad affrontare i rischi ambientali

martedì 10 Settembre 2019 - 16:02
Protezione Civile. A Stromboli i giovani imparano ad affrontare i rischi ambientali

Si è trattato di un campus a tema, dedicato alle tematiche dei rischi ambientali e delle principali norme di sicurezza. L’iniziativa è stata lanciata nell’ambito del progetto “Anch’io sono la Protezione Civile”.

Un’iniziativa di successo, il campo scuola proposto a Stromboli nell’ambito del progetto “Anch’io sono la Protezione Civile”. Dal 4 al 9 settembre sono state diverse le attività proposte, dedicate al tema dei rischi ambientali e delle principali norme di sicurezza da seguire.

Ad essere coinvolti sono stati circa 20 giovani tra i 10 e i 14 anni. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il DRPC Sicilia, il PROCIV Italia e i VIS – Volontari Isola Stromboli.

“Investire sulla formazione -spiega Calogero Foti, capo del Dipartimento della Protezione civile della Presidenza della Regione Siciliana- è la chiave vincente se vogliamo operare un reale cambiamento nella nostra società. I giovani di Stromboli, sottoposti in questi mesi a disagi e preoccupazioni a causa dell’attività del vulcano –aggiunge – sono particolarmente sensibili e ben predisposti ad assimilare ogni informazione che viene loro consegnata per proteggersi e proteggere. Lavorare per diffondere una cultura della protezione civile è l’unico modo per ridurre nel lungo termine i rischi legati all’incapacità di affrontare le catastrofi ambientali.

Per la realizzazione del campus, che ha proposto attività come simulazioni e lezioni teoriche, sono state coinvolte diverse entità e tecnici esperti. Nello specifico il Corpo Forestale della Regione Siciliana ha affrontato il tema dell’avvistamento e del contrasto degli incendi boschivi, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Bologna si è occupato del rischio vulcanico, mentre il DRPC Sicilia ha informato i ragazzi sul rischio tsunami. Presente, nel corso degli incontri, anche il sindaco di Lipari che ha voluto dare il proprio supporto.

L’intero campo è stato organizzato, inoltre, sfruttando soluzioni energetiche eco-sostenibili –necessarie anche dinanzi ad eventi calamitosi e blackout e dunque funzionali anche all’esperienza formativa.

Tag:

Insieme per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione. Ci siamo guadagnati la vostra fiducia lavorando con impegno. Abbiamo fatto qualche errore,ovviamente, ma non abbiamo mai derogato al nostro intento di libertà. Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, maggiori contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria. E‘ un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007