Raddoppio Fs a Scaletta, "massima attenzione, ecco le opere compensative richieste" - Tempostretto

Raddoppio Fs a Scaletta, “massima attenzione, ecco le opere compensative richieste”

Gianluca Santisi

Raddoppio Fs a Scaletta, “massima attenzione, ecco le opere compensative richieste”

sabato 19 Novembre 2022 - 09:00

Il presidente del Consiglio Le Cause ha risposto alla petizione dei cittadini, preoccupati dall'impatto dell'opera

SCALETTA ZANCLE – Il presidente del Consiglio comunale di Scaletta Zanclea, Andrea Le Cause, ha risposto all’istanza firmata da 175 cittadini con cui veniva chiesta la convocazione di un’assemblea cittadina, in seduta aperta, per avere notizie sui prossimi lavori di realizzazione del doppio binario ferroviario. In particolare, i firmatari della petizione avevano espresso preoccupazione per l’impatto che gli interventi potrebbero avere sul territorio comunale, considerato anche il fatto che i lavori si protrarranno per un periodo di tempo molto lungo. “Le recenti preoccupazioni segnalate per il raddoppio ferroviario – ha spiegato il presidente Le Cause – sono state già da tempo osservate da parte di questa amministrazione nelle sedi opportune. Si vuole ribadire il fatto che, al di là di sterili commenti sulle piazze virtuali, tutto il contesto è considerato di rilevante interesse socio-economico-ambientale, per Scaletta ed Itala”.

La presentazione del progetto esecutivo

Il presidente del Consiglio comunale ha inoltre comunicato che “a seguito di specifica interlocuzione avvenuta con Rfi – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, appena saranno disponibili ulteriori aggiornamenti, sarà tenuta una riunione aperta agli interventi dei cittadini, con la presenza di tecnici qualificati, per la presentazione del progetto esecutivo e per ricevere le opportune osservazioni, nell’intento di un miglioramento complessivo”.

Le 10 richieste del Comune di Scaletta

Nel novembre del 2018, il Consiglio comunale di Scaletta Zanclea aveva approvato, con una serie di prescrizioni, un atto di indirizzo sul progetto definitivo del “Raddoppio della tratta Giampilieri – Fiumefreddo”. Non tutte le richieste compensative sono state accolte. L’esito è infatti riportato nel documento della Italferr Spa – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, trasmesso a Rfi – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane nel settembre di due anni fa. Questo il dettaglio delle prescrizioni e la loro valutazione:

  1. La cabina di regia per il continuo monitoraggio e l’Estensione del monitoraggio delle aree, anche lungo la SS 114 e nel paese – prescrizione NON ACCOLTA;
  2. La dismissione dell’attuale linea ferrata, la bonifica delle aree e la realizzazione di una nuova strada – prescrizione: DA VALUTARE in ambito del Tavolo Tecnico di concertazione sul riuso della “linea storica e opere di ristoro socio-ambientali;
  3. Il riutilizzo dello “smarino” – prescrizione NON ACCOLTA;
  4. Il convogliamento di eventuali fonti acquifere potabili rinvenute – prescrizione NON ACCOLTA;
  5. La realizzazione di rampe di accesso all’autostrada Messina-Catania – prescrizione NON ACCOLTA;
  6. La sistemazione idraulica del torrente Itala – prescrizione NON afferente all’opera ferroviaria. In caso di accoglimento andrà effettuato uno studio idraulico più esteso;
  7. La salvaguardia dell’attuale pozzo del Consorzio Irriguo – prescrizione ACCOLTA;
  8. Prima dell’inizio dei lavori: la realizzazione di un bypass alla condotta dell’acquedotto Comunale – prescrizione ACCOLTA;
  9. Al completamento dei lavori: il rifacimento dei sottoservizi sulla SS114 e di tutte le aree interessate – analisi: la viabilità verrà ripristinata alla fine dei lavori; ove risulteranno danneggiati i sottoservizi l’appaltatore provvederà al ripristino;
  10. Per il danno che subiranno le attività commerciali, una indennità a titolo di ristoro – prescrizione NON ACCOLTA, perché il danno indiretto non è stato dimostrato.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007