Reggio, intossicata da Boletus erytrophus. Ma c'è il "lieto fine" - Tempostretto

Reggio, intossicata da Boletus erytrophus. Ma c’è il “lieto fine”

mario meliado

Reggio, intossicata da Boletus erytrophus. Ma c’è il “lieto fine”

Tag:

domenica 23 Ottobre 2022 - 08:00

La disavventura di una donna che aveva mangiato dei funghi "turchini", che possono sprigionare tossine termolabili causando nausea e vomito per ore

REGGIO CALABRIA – Il Boletus erytrophus colpisce ancora. Mercoledì scorso, un’intossicazione da funghi ha infatti messo a rischio la vita di una donna di Reggio Calabria, giunta al Pronto soccorso per un intenso dolore epigastrico con nausea e vomito.

I “turchini” causa dell’intossicazione

Somministrati ondansetrone cloridrato – per contrastare la nausea – e pantoprazolo, cioè un gastroprotettore volto ad arginare l’eccessiva secrezione acida dello stomaco, viene contatta la Direzione sanitaria che ‘passa’ il caso al micologo dell’Azienda sanitaria provinciale, Giuseppe Laface.

Analizzando i campioni dei funghi, portati dalla stessa paziente in una bustina, Laface ha avuto modo di riconoscere il cosiddetto “turchino” (Boletus erytrophus, appunto): la sua ingestione senza bollitura è in grado di sprigionare una tossicità a breve con sintomi – come appunto il vomito e la nausea – che possono durare fino a quattro ore.

Fossero stati cotti i funghi, presumibilmente l’attacco d’intossicazione non si sarebbe verificato, proprio perché le tossine di questo tipo di fungo sono termolabili.

Per fortuna, dopo l’appropriata terapia, la paziente ha registrato un netto miglioramento. Nel giro di poche ore i sintomi si sono attenuati e il vomito, in particolare, non s’è più ripresentato.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007