De Luca: «I sindacati hanno aperto la guerra contro l’azione di buon governo» - Tempo Stretto

De Luca: «I sindacati hanno aperto la guerra contro l’azione di buon governo»

De Luca: «I sindacati hanno aperto la guerra contro l’azione di buon governo»

martedì 25 Settembre 2018 - 15:27
De Luca: «I sindacati hanno aperto la guerra contro l’azione di buon governo»

Sulla sua pagina Facebook, il sindaco risponde agli attacchi delle organizzazioni sindacali e dice che non cederà né a minacce né pressioni

Cresce la tensione tra i sindacati confederali e Cateno De Luca. Dopo tre mesi di sindacatura, sindaco e organizzazioni sindacali non si sono ancora riuniti e lo scontro si sta consumando a distanza. Questa mattina , Cgil, Cisl e Uil hanno attaccato il primo cittadino in una conferenza stampa congiunta, facendo sapere di essere pronti alla mobilitazione (vedi articolo a parte). La replica di De Luca non ha tardato ad arrivare.

«Secondo i sindacati io sarei il peggior sindaco che abbia mai avuto Messina ! O forse finalmente Messina ha un vero sindaco ?» esordisce sulla sua pagina Facebook.

«Apprendo, senza alcun stupore – scrive ancora- che le organizzazioni sindacali hanno aperto la guerra contro l’azione di buon governo che stiamo portando avanti per rompere le lobby che hanno messo in ginocchio la città».

A proposito dei 92 posti di lavoro che si sarebbero persi nei primi 92 giorni della sua sindacatura – dato snocciolato dal segretario della Cgil, Mastroeni- De Luca risponde: «Inventarsi posti di lavoro nel settore pubblico con i soldi dei contribuenti non è mestiere che mi appartiene, anzi non è mio intendimento rubare questo ruolo ai soggetti che hanno stuprato la città, causando un aumento della spesa pubblica con logiche clientelari e parassitarie».

« Anche un Condominio – continua il sindaco – va amministrato tenendo conto delle entrate effettive e non rendendo effettive le uscite e farlocche le entrate come è avvenuto nelle partecipate, dove l’irrazionale arruolamento del personale, che ha rappresentato l’illiceità, con il beneplacito silente anche delle organizzazioni sindacali, è divenuta la regola per massacrare la città.»

«Rispetto il ruolo delle organizzazioni sindacali ma non intendo governare Messina a braccetto di chi si è dimostrato un massacratore della meritocrazia e delle speranze della città. Salteranno tanti posti di lavoro nel settore pubblico perché creati illecitamente oppure perché mantenerli sarebbe un illecito e non temo le pressioni e le minacce».

«Faccio notare ai signori sindacalisti – conclude De Luca – che se si vuole difendere la legalità si può cominciare ponendo fine alle assunzioni senza concorso ed alle carriere fondate su 'mansioni superiori' tutte da indagare».

E infine quella frase che è diventata un mantra: «A ciascuno il proprio mestiere !»

Tag:

7 commenti

  1. Sindaco gli hai rotto le uova nel paniere, gli hai fatto saltare chissà quante assunzioni a sbafo a tutti quanti , continua cosi

    0
    0
  2. Sei un Sindaco senza maggioranza nel consiglio e fino ad oggi non si vedono benefici anzi disagi con gli autobus Atm.
    I sindacati rappresentano lavoratori che erroneamente ti hanno votato abbi rispetto di loro e discuti i problemi.La parola guerra non sai nemmeno cosa sia ,significa; morte,violenza, fame e distruzione.Usa termini consone al tuo incarico e cammina con gli autobus non ci possiamo permettere queste spese inutili a spese nostre.

    0
    0
  3. «Faccio notare ai signori sindacalisti – conclude De Luca – che se si vuole difendere la legalità si può cominciare ponendo fine alle assunzioni senza concorso ed alle carriere fondate su ‘mansioni superiori’ tutte da indagare» Non c’è altro da aggiungere e la Messina che non ha beneficiato di certi meccanismi (conosciuti da tanti e sfruttati da pochi) probabilmente va ben oltre il 24% dell’elettorato e vede nei metodi di De Luca una tangibile svolta rispetto al passato.

    0
    0
  4. Il tempo è errato, i sindacati “rappresentavano” i lavoratori, oggi sono autoreferenziali, interessati ad ottenere incarichi politici ed a scendere a compromessi con i datori di lavoro a vantaggio di pochi singoli. I lavoratori, quelli veri, per buona parte non sono più iscritti e grazie al cielo pensano e votano in modo autonomo, certamente non hanno votato De Luca su indicazione del segretario di turno…..

    0
    0
  5. sindacalisti è arrivata l’ora di attrezzarvi con un orticello e coltivare cetrioli

    0
    0
  6. In teoria, nella pratica sappiamo tutti che ormai non è così…..

    0
    0
  7. CastorinaCarmelo 26 Settembre 2018 18:02

    Il Sindacato è uno degli attori sociali un corpo intermedio con mere finalità di giustizia sociale,mediazione e difesa dei lavoratori, secondo i Contratti Collettivi Nazionali sottoscritti tra le parti. Chi non volesse prendere atto non solo viola la legge (vedi art. 28. Comportamento antisindacale). tanto per dare un’idea, ma innesca un meccanismo di frizione e scontro sociale che non fa altro che inasprire la già incandescente situazione socioeconomica. Consiglierei al Signor Sindaco di non avventurarsi in azioni (da farwest politico)…..che nuocerebbero sia ai lavoratori che all’intera città Metropolitana, anche perchè non siamo in Arizona sul finire dell’Ottocento ed il primo cittadino non è certamente lo “Sceriffo di turno”…..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007