Nuovo “giallo” per l’ammissione alle Professioni sanitarie: la denuncia del “Comitato Nonumerochiuso” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nuovo “giallo” per l’ammissione alle Professioni sanitarie: la denuncia del “Comitato Nonumerochiuso”

Nuovo “giallo” per l’ammissione alle Professioni sanitarie: la denuncia del “Comitato Nonumerochiuso”

giovedì 01 Novembre 2012 - 12:34
Nuovo “giallo” per l’ammissione alle Professioni sanitarie: la denuncia del “Comitato Nonumerochiuso”

L'UDU ha ricevuto numerosissime segnalazioni dagli studenti e sta valutando un ricorso collettivo. Per gli avvocati Santi Delia e Michele Bonetti si può procedere chiedendo l'ammissione con riserva al corso di laurea

«Qualche giorno fa l'annuncio dell'Ateneo circa l'annullamento delle prove per l'ammissione ai corsi magistrali delle professioni sanitarie. Ora scoppia invece il giallo sulla prova dell'11 settembre per l'ammissione alle triennali». A scriverlo è , in comunicato, è il Comitato Nonumerochiuso , che denuncia: «nella prova di concorso per l'ammissione alle professioni sanitarie (infermieristica, fisioterapia, logopedia, etc..) mancavano 3 plichi di concorso. Un altro plico era semiaperto».

Secondo il comitato Nonumerochiuso, «la Commissione e il Rettore che ha approvato gli atti, tuttavia, si sono limitati a verbalizzare l'accaduto senza denunciare il fatto alla Procura della Repubblica per gli accertamenti del caso. Frattanto – continua -escono i risultati e a Messina i punteggi sono i più alti d'Italia. Il ricordo non può che andare al 2007 quando a Catanzaro mancarono all'appello proprio 3 plichi. In quel caso il Rettore della Magna Graecia denunciò il fatto e solo dopo 3 anni, grazie agli approfondimenti dei RIS di Messina, si smantellò una vera e propria organizzazione che riusciva a trafugare con anticipo le domande del test mettendole sul mercato».

L'UDU ha ricevuto numerosissime segnalazioni dagli studenti e sta valutando un ricorso collettivo. Per gli avvocati Santi Delia e Michele Bonetti si può procedere chiedendo l'ammissione con riserva al corso di laurea. I legali, dopo aver preso visione degli atti di concorso, fanno sapere che «il fatto che manchi un plico in una scatola non sembra casuale. La Ditta che ha gestito il concorso è certificata RINA e dovrebbe essere dotata di tecnologie tali da escludere ogni situazione di questo tipo. Non a caso i RIS di Messina, nell'indagine sui fatti di Catanzaro del 2007, partirono proprio dalla sede ove i plichi erano confezionati. Dopo aver accertato l'esistenza di un sofisticato sistema di controllo a base di sensori elettronici che esclude errori nel riempimento delle scatole e dei plichi, si concentrarono su altre piste».

Stupisce – conclude il comitato Nonumerochiuso – che l'Ateneo dopo gli stellari punteggi dei candidati alle Professioni sanitarie, in netta controtendenza con quelli di Medicina ove i candidati di Messina erano stati fanalino di coda rispetto a Palermo e Catania, non si sia chiesto se ci fosse qualcosa da approfondire.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. e mi sono risparmiato 45 euro stavolta… illusi…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007