S. Teresa. Gli eletti in Consiglio, exploit di Annalisa Miano. Lo Giudice: "Sarà il vicesindaco" - Tempostretto

S. Teresa. Gli eletti in Consiglio, exploit di Annalisa Miano. Lo Giudice: “Sarà il vicesindaco”

Gianluca Santisi

S. Teresa. Gli eletti in Consiglio, exploit di Annalisa Miano. Lo Giudice: “Sarà il vicesindaco”

martedì 14 Giugno 2022 - 17:12

L'assessore uscente ha raccolto ben 1.146 preferenze. Ecco chi sono i 12 nuovi consiglieri

S. TERESA – Con 1.446 preferenze Annalisa Miano è la candidata al Consiglio comunale più votata di questa tornata elettorale. Un risultato che le varrà anche la delega di vicesindaco, così come annunciato ieri sera dal sindaco Danilo Lo Giudice durante il suo saluto di ringraziamento agli elettori in piazza Municipio. Cinque anni di vicesindacatura che potrebbero proiettare Annalisa Miano verso la candidatura a sindaco del dopo Lo Giudice. Gli altri sette eletti di maggioranza in Consiglio comunale sono: Gianmarco Lombardo (1.135 voti), Domenico Trimarchi (691), Ernesto Sigillo (555), Mimma Sturiale (435), Carmelo Casablanca (434), Vanessa Triolo (416) e Dario Miano (390). Miano, Sigillo, Trimarchi e Lombardo lasceranno però il Consiglio per approdare in Giunta e al loro posto subentreranno Mariella Di Bella (381 voti), Carmelina Cassaniti (370), Jordan Soraci (180) e Santino Scarcella (150).

Gli otto consiglieri di maggioranza eletti

I quattro consiglieri di minoranza

I quattro posti in Consiglio riservati alla minoranza andranno invece a Nino Bartolotta (in qualità di candidato sindaco sconfitto), Maria Cristina Pacher (545 voti), Santino Veri (510) e Martina Lombardo (229). Primo dei non eletti è Antonio Scarcella (220), capogruppo di minoranza uscente. Seguono: Lorenzo Alessandro (196), Luisa Riganello (181), Giuseppe Migliastro (177), Lucia Sansone (140), Roberto Moschella (134), Maurizio Smiroldo (130), Giuseppe Micali (112) e Salvatore Trimarchi (97).

In alto da sin. Bartolotta, Veri, Pacher e Lombardo

Per Lo Giudice poco meno di 4mila voti

Danilo Lo Giudice è stato rieletto sindaco di S. Teresa con 3.995 voti (69,20%). Cinque anni fa ottenne 4.251 voti (70,60%) ma con il 5% in più di votanti. Per Bartolotta invece 1.778 voti, pari al 30,80%. “Significa che abbiamo lavorato bene – ha dichiarato Lo Giudice – cinque anni fa avevamo ricevuto un voto quasi sulla fiducia. Adesso abbiamo avuto un’affermazione straordinaria e questo è un valore aggiunto. Un valore che deve farmi e deve farci riflettere. La gente non ci ha votato e basta. Ci ha stravotato. Quando vinci le elezioni è bello – ha aggiunto – quando le stravinci è bello ma devi sentire il peso di questa responsabilità”. Il sindaco di S. Teresa ha svelato anche la prima telefonata ricevuta nel pomeriggio di ieri, a spoglio ancora in corso. “La prima telefonata che ho ricevuto oggi è stata quella di Nino Bartolotta che saluto e ringrazio per il pensiero affettuoso. Mi ha fatto i complimenti dicendomi che avevo ragione, che la democrazia è questa e bisogna accettare il risultato. Il mio grazie va a lui e a tutti gli altri componenti della sua lista. La campagna elettorale per le comunali è finita. Io prendo sempre la maggior parte dei complimenti e dei meriti – ha concluso Lo Giudice – ma voglio fare i complimenti alla mia squadra. Una squadra straordinaria fatta di persone per bene”.








Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007