Taormina. Cardiochirurgia pediatrica, siglato l'accordo col Bambin Gesù per un anno. E a costi ridotti - Tempo Stretto

Taormina. Cardiochirurgia pediatrica, siglato l’accordo col Bambin Gesù per un anno. E a costi ridotti

Carmelo Caspanello

Taormina. Cardiochirurgia pediatrica, siglato l’accordo col Bambin Gesù per un anno. E a costi ridotti

sabato 25 Giugno 2016 - 06:17
Taormina. Cardiochirurgia pediatrica, siglato l’accordo col Bambin Gesù per un anno. E a costi ridotti

Il documento è stato firmato dal direttore sanitario dell’Asp 5, Gaetano Sirna. Si attende solo l’ufficialità e il passaggio previsto nelle sedi istituzionali. L’intesa fa seguito ad una rivisitazione dei costi di gestione, passati dai circa 6 milioni al milione e 200mila euro l’anno

L’accordo è stato siglato. Il reparto di Cardiochirurgia pediatrica ospitato all’ospedale S. Vincenzo non smobilita. Almeno per il prossimo anno. La convenzione col Bambin Gesù di Roma è stata firmata dal direttore sanitario dell’Asp 5, Gaetano Sirna. Si attende solo l’ufficialità e il passaggio previsto nelle sedi istituzionali. L’intesa fa seguito ad una rivisitazione dei costi di gestione, passati dai circa 6 milioni al milione e 200mila euro l’anno.

Si registra moderato ottimismo. E non si abbassa la guardia in considerazione del paventato trasferimento del reparto da Taormina a Palermo. Sono state raccolte oltre sei mila firme di cittadini, in gran parte familiari di bambini affetti da patologie cardiache, per chiedere alle istituzioni, ministero della Salute e Regione, il mantenimento della cardiochirurgia pediatrica a Taormina, struttura di riferimento per l’intera Isola, e non solo, che deve essere messa al più presto nelle condizioni di funzionare in modo virtuoso.

“A queste persone va la mia personale solidarietà”, ha dichiarato nei giorni scorsi il senatore Vincenzo Gibiino, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia. “La struttura deve essere resa pienamente efficiente – ha aggiunto – e tutte le attrezzature devono tornare in perfetto stato, a partire dalla risonanza magnetica, che non funzionante obbliga i piccoli pazienti a lunghi viaggi verso l’ospedale Bambin Gesù di Roma. Attraverso due distinte interrogazioni, rivolte al ministro della Salute e al presidente della Regione siciliana, insieme al deputato di Forza Italia all’Ars, Vincenzo Figuccia, abbiamo chiesto chiarezza sulle lunghe liste d’attesa – incalza Gibiino – a dir poco inaccettabili senza però ricevere risposta alcuna. Un silenzio che si contrappone al dolore di famiglie disperate che chiedono certezze”.

Carmelo Caspanello

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007