Scavi clandestini a Tusa. Sequestrati 11mila reperti archeologici - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Scavi clandestini a Tusa. Sequestrati 11mila reperti archeologici

Redazione

Scavi clandestini a Tusa. Sequestrati 11mila reperti archeologici

sabato 27 Novembre 2021 - 08:34

L'area archeologica di "Halaesa Arconidea" risale al 403 a. C.

I Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc) di Palermo, in collaborazione con la dipendente sezione di Siracusa e il Comando Carabinieri di Santo Stefano di Camastra, coordinati dalla Procura di Patti, hanno sequestrato oltre 11 mila reperti archeologici provento di scavi clandestini.

L’attività nasce da una segnalazione arrivata alla Soprintendenza di Messina su scavi clandestini nell’area archeologica di “Halaesa Arconidea”, a Tusa, che risale al 403 a. C.

Grazie agli immediati riscontri positivi ottenuti dai carabinieri, il giudice ha emesso un decreto di perquisizione, la cui esecuzione ha permesso di sequestrare in due diverse abitazioni, a Caronia (ME) e a Siracusa, oltre 11mila reperti archeologici costituiti da lucerne, pesi da telaio, testine, oscilla, tessere di mosaico, elementi in pasta vitrea, elementi in bronzo, frammenti ceramici risalenti a varie epoche (arcaica, a vernice nera, rosa, di età medioevale), corredati da “pizzini” con l’indicazione dei siti archeologici siciliani di provenienza, tra cui Himera, Morgantina e Megara Hyblea.

Un uomo è stato denunciato per ricerche archeologiche non autorizzate e impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato, reati previsti dal “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007