Giardino di Montalto. Sospeso l'affidamento a Puli-Amo Messina - Tempostretto

Giardino di Montalto. Sospeso l’affidamento a Puli-Amo Messina

Giardino di Montalto. Sospeso l’affidamento a Puli-Amo Messina

sabato 17 Novembre 2018 - 12:53
Giardino di Montalto. Sospeso l’affidamento a Puli-Amo Messina

Il Comune contesta l'organizzazione di una festa a tema Halloween senza aver chiesto le necessarie autorizzazioni. L'associazione difende le sue ragioni

MESSINA – L'hanno ottenuto in gestione dal Comune e l'hanno riportato a nuova vita. Il Giardino di Montalto era ridotto ad un cumulo di erbacce e sporcizia. I volontari dell'associazione Puli-Amo Messina hanno fatto un gran lavoro, a più riprese, apprezzato da tutta la città. Tutto tranquillo fin quando, per lo scorso 31 ottobre, si stava organizzando un evento a tema Halloween. Il parroco della chiesa che sorge sopra il giardino, don Lorenzo Campagna, non ha gradito e ha chiamato in causa il Comune, subito giunto in soccorso.

Ma non è finita qui, perché il Comune ha sospeso la concessione del giardino all'associazione, con la motivazione che l'obiettivo deve essere solo la libera fruizione dell'area e non l'organizzazione di feste.

"Secondo un certo pensiero – dice l'assessore Dafne Musolino -, se adotti un provvedimento per ristabilire le regole, ti viene rimproverata la mancanza di dialogo. Secondo alcuni avere la gestione di un’area pubblica, a titolo gratuito, renderebbe possibile chiedere il pagamento di un biglietto di ingresso (e l’incasso a chi va?) o organizzare feste a tema senza alcuna misura di sicurezza, esponendo il Comune a responsabilità civili e penali. L’associazione ha chiesto un incontro per esporre le proprie ragioni, di cui si terrà conto. Non appena avverrà l’incontro adotteremo il provvedimento finale".

L'associazione ribadirà che non sarebbe stato imposto alcun biglietto di ingresso, ma ci sarebbe stata solo una cassetta per le offerte, come già successo per altri eventi, utile a raccogliere fondi per le varie iniziative di pulizia in città. Per le misure di sicurezza, invece, era stato aperto un dialogo con la Questura per predisporre la documentazione necessaria. Tutto inutile, perché la stessa associazione, alle prime polemiche, aveva scelto di annullare l'evento.

Tag:

Un commento

  1. Se un cittadino qualunque chiama gli uffici comunali…campa cavallo, ma se chiama un prete è ben altra storia. Non cambia mai nulla. Forti com i deboli e pecore con i forti.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007