Scontro sul blitz al Palacultura: "Forte coi deboli". De Luca: "Ipocriti" - Tempo Stretto

Scontro sul blitz al Palacultura: “Forte coi deboli”. De Luca: “Ipocriti”

Redazione

Scontro sul blitz al Palacultura: “Forte coi deboli”. De Luca: “Ipocriti”

martedì 13 Agosto 2019 - 17:12
Scontro sul blitz al Palacultura: “Forte coi deboli”. De Luca: “Ipocriti”

Messina- Lo sgombero dei due extra comunitari ha provocato reazioni e la successiva replica del sindaco

L’ennesimo blitz del sindaco De Luca ha scatenato una nuova polemica. A finire sotto i riflettori più che il blitz è stato il video postato sulla pagina facebook dal primo cittadino e soprattutto i toni e le frasi utilizzate nei confronti degli extra comunitari che sono stati allontanati dal Palacultura in applicazione alla recente ordinanza anti accattonaggio varata dall’amministrazione. I vigili hanno rimosso i materassi ed i giacigli che i senza tetto avevano sistemato davanti alle vetrate del Palacultura.

Il blitz

Ecco lo schifo che ogni mattina lasciano i nuovi padroni del Palacultura- ha commentato De LucaPerché non vanno a dormire alla Casa Di Vincenzo? Non solo si mettono agli incroci del viale Boccetta ad intralciare il traffico insistendo a lavare i vetri ma dormono e fanno i loro bisogni all’entrata del nostro Palacultura. Ora basta! Sono razzista? A voi farebbe piacere avere questo schifo ogni mattina all’uscio di casa vostra ? Blitz con la polizia municipale diretta dal nostro Giovanni Giardina con gli operatori di MessinaServizi che hanno curato lo sgombero e la sanificazione”.

Toni che sono stati ancora più accesi nel video che De Luca ha allegato alle foto, scatenando immediatamente le polemiche sui social ed a seguire anche le prime reazioni ufficiali.

La Comunità Sant’Egidio

A protestare è stata la Comunità di Sant’Egidio di Messina: “Dopo aver espresso preoccupazione per gli esiti della recente ordinanza Sindacale del 15 luglio 2019 sulle “Misure a tutela alla sicurezza urbana e del decoro del centro abitato”, esprime profondo sconcerto per le sue modalità di applicazione. Stamattina è stato reso pubblico dall’account del sindaco un video in cui venivano mostrati dei giovani stranieri mentre venivano svegliati e fatti sgomberare da un ricovero di fortuna presso il Palacultura. È possibile dal video notare la paura e l’imbarazzo di quei giovani, alcuni dei quali solo parzialmente vestiti. Crediamo che qualsiasi istanza di sicurezza e di decoro non possa, in alcun modo, ledere la dignità delle persone. Rinnoviamo la disponibilità e l’auspicio di un confronto per cercare soluzioni in sostegno di chi si trova ai margini, che ad oggi è mancato. Messina non deve cedere ai venti leghisti, ma rimanere la città che accoglie, che raccoglie coperte e che risponde con grande generosità ai bisogni di tanti”

Forte con i deboli

A protestare è stato anche Fabio Morabito dell’associazione Radici mentre il consigliere comunale Alessandro Russo, che nelle scorse settimane ha contestato con l’ordinanza facendo il lavavetri rincara la dose: : “Ancora una volta, De Luca utilizza una inusitata forza nei confronti dei più deboli per fare spolvero mediatico mentre nulla si muove su temi molto più seri ed importanti per la vera vivibilità della città, come la non applicazione da parte di armatori pubblici e privati del divieto di attraversamento della città da parte dei TIR. Su questo fronte, il silenzio da mesi. Eppure, della lotta ai presunti poteri forti, alle presunte lobby e ai presunti violentatori della città, l’allora candidato a sindaco De Luca aveva fatto cavallo di battaglia quasi ossessivo. Giunto a Palazzo Zanca, qualche cosa sarà accaduto, perché di quei temi non solo non parla ma camuffa il silenzio con blitz tutti mediatici che non risolvono nulla. Non si gioca con la dignità degli individui, neppure fossero dei clochard che  pernottano per strada”.

La replica del sindaco, dopo la reazione anche dell’assessore ai servizi sociali Alessandra Calafiore, non si è fatta attendere ed è arrivata con un video e con una comunicato stampa.

“Siete ipocriti”

A tutti quelli che si sono indignati per il video del blitz in cui la polizia municipale, intima a due extracomunitari di non utilizzare uno spazio pubblico come propria dimora dico: siete degli ipocriti- dichiara De Luca- L’alternativa c’è, si chiama Casa di Vincenzo, una struttura di accoglienza che offre un ricovero notturno, purtroppo snobbato da tali individui. Gli stessi sono stati più volte redarguiti, ma continuano a fare i propri comodi. Fanno parte di una vasta organizzazione che proviene da Catania. Abbiamo ricevuto tante segnalazioni in riferimento alla zona del Palacultura. Si tratta di cittadini che temono per la propria sicurezza, specie quando il numero dei senza dimora cresce in modo esponenziale. Non abbiamo offeso né malmenato nessuno: esiste un’ordinanza contro il bivacco e deve essere rispettata. Noi facciamo tutto alla luce del sole, documentandolo pubblicamente, a prescindere dal colore della pelle. Altri usano le armi dell’ipocrisia e dell’indifferenza e per paura del linciaggio mediatico, celano dietro la maschera del perbenismo le loro azioni. Io non accetto che il territorio venga deturpato. Per tali tematiche non guardo etnia, religione o status sociale. Chi viola la legge – locali o extracomunitari – dovrà assumersi le proprie responsabilità”.  

La frecciata, in pieno stile leghista, è infine per il consigliere Alessandro Russo invitandolo a fare meno passerelle politiche e ad ospitare a casa sua gli extra comunitari dando prova concreta di solidarietà.

R.Br.

Tag:

9 commenti

  1. Ercules Poirot 13 Agosto 2019 17:30

    A PROPOSITO : la CASA DI VINCENZO è o non è in grado di accogliere queste persone (sottolineo , PERSONE NON ESSERI INFERIORI) ? E se lo è, perchè non si dà da fare in questo senso ?? Mi spiego meglio : perchè non si sfrutta quest’occasione per fare veramente “RETE” fra Comune, Asp, Volontariato ? Pensiamoci : è un modo anche per applicare quanto previsto dalla 833/78 e s.m.. Se lo abbiamo fatto nel 24/05/1999, in occasione dell’attacco Nato alla Serbia, perchè non ripeterlo adesso ??? Dico questo perche’ credo fortemente nei Centri sopra ricordati (fatti di persone, con un’etica ed un forte e motivato impegno personale).

    1
    1
  2. Da quando far rispettare la legge equivale ad essere un simpatizzante della Lega?

    2
    1
  3. Il Sindaco non è forte con i deboli, ma ha dimostrato a più riprese che ama il decoro e il rispetto delle regole, per tutti e con tutti. In compenso c’è qualcuno che usa i deboli per pura facciata, dimenticandosi di regole, buon senso a sol fine demagogico. Complimenti vivissimi.

    3
    0
  4. Probabilmente i modi potevano essere diversi, ma ritengo che anche i deboli debbano rispettare le regole del vivere civile.

    0
    0
  5. Io sto con il sindaco! Ha ragione piena! Smettiamola di fare gli ipocriti d i finti buonisti e chi parla se li prenda lui/lei a casa propria! Troppa incuria o forse noi messinesi ci siamo abituati alla sporcizia ed ad avere monumenti e molti altri posti deturpati o ridotti a bivacco? Siamo diventati così incivili o solo ipocriti? IO STO CON IL SINDACO.

    0
    1
  6. A tutti questi che sono i buonisti, si lamentano, accusano, ecc…. se queste persone abituate a vivere di certo non in modo civile, bivaccassero davanti il portone di casa loro ,gli piacerebbe?vorrei proprio vedere! E vorrei vedere se li accogliessero in casa propria!

    0
    0
  7. Ha ragione deluca c’è la casa di Vincenzo o in alternativa quella di Alessandro Russo non vedo perché farli dormire per strada….

    0
    0
  8. Nunzia santoro 16 Agosto 2019 09:30

    Perché non fa un blitz pure a Torre Faro via senatore arena ?

    0
    0
  9. io sto con Fer. e non riesco a metter pollice su.
    Fer 13 Agosto 2019 19:48
    Il Sindaco non è forte con i deboli, ma ha dimostrato a più riprese che ama il decoro e il rispetto delle regole, per tutti e con tutti. In compenso c’è qualcuno che usa i deboli per pura facciata, dimenticandosi di regole, buon senso a sol fine demagogico. Complimenti vivissimi.

    Read more at https://www.tempostretto.it/news/scontro-sul-blitz-al-palacultura-forte-coi-deboli-de-luca-ipocriti.html#kwBdgFOf4pd2kIXQ.99

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007