Giardini Naxos. Via Leoncavallo insicura: la Procura della Repubblica indaga dopo esposto di Trusso - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giardini Naxos. Via Leoncavallo insicura: la Procura della Repubblica indaga dopo esposto di Trusso

Enrico Scandurra

Giardini Naxos. Via Leoncavallo insicura: la Procura della Repubblica indaga dopo esposto di Trusso

mercoledì 15 Giugno 2016 - 05:46
Giardini Naxos. Via Leoncavallo insicura: la Procura della Repubblica indaga dopo esposto di Trusso

In seguito all'invio di una nota dettagliata dell'attivista del Meetup 5 Stelle locale, la Magistratura sta ora intervenendo per risolvere le problematiche relative all'allagamento di un condominio nelle immediate vicinanze della strada. Si attendono a breve chiarimenti.

Il problema è stato dettagliatamente esposto poco più di un mese fa e adesso, dopo l’invio di una lettera al sindaco Eligio Giardina da parte dell’attivista del Meetup 5 Stelle di Taormina, Guglielmo Trusso, la situazione igienica al limite e la mancata manutenzione di aiuole e strade effettuata in maniera non efficiente in via Leoncavallo potrebbe ora giungere ad un epilogo positivo. Nelle scorse ore l’istruttore tecnico dell’area Lavori pubblici del Comune di Taormina, Carmelo Sorbello, ha infatti effettuato un sopralluogo nella trafficata area della frazione di Trappitello, dove insistono pericoli e disagi per via di mancati lavori per l’attraversamento della Strada Statale 185 per Sella Mandrazzi, al chilometro 66,900, nei cui pressi si trova il canale di scolo per le acque piovane. “Queste ultime – aveva spiegato il grillino nel documento del 7 maggio scorso – dovrebbero defluire nel torrente Santa Venera, ma tuttora lo stesso canalone provoca sistematicamente l’allagamento di un condominio vicino. Situazione che le Autorità comunali conoscono bene da anni, visti i sopralluoghi effettuati anche dall’Anas, dal Consorzio per le autostrade, dai Carabinieri e ovviamente dai Vigili urbani”. Un fatto che adesso è stato portato a conoscenza anche della Procura della Repubblica di Messina, che sta indagando a tal proposito.

Enrico Scandurra

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007