No al pedaggio di Villafranca, Catalfamo deposita mozione a Palermo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

No al pedaggio di Villafranca, Catalfamo deposita mozione a Palermo

Redazione

No al pedaggio di Villafranca, Catalfamo deposita mozione a Palermo

martedì 21 Agosto 2018 - 10:15
No al pedaggio di Villafranca, Catalfamo deposita mozione a Palermo

Continua a far discutere il caso del casello di Villafranca, una raccolta firme a dicembre aveva chiesto la soppressione del pedaggio così come è stato fatto per le altre uscite che riguardano Messina Nord

La polemica sollevata dal consigliere Mario Biancuzzo sul pedaggio del casello di Villafranca Tirrena è arrivata alla Regione. E’ stata infatti depositata questa mattina negli uffici dell’Assemblea Regionale Siciliana la mozione a firma di Antonio Catalfamo – capogruppo dei deputati regionali di Fratelli d’Italia – per chiedere al governo regionale la convocazione di un tavolo tecnico tra Cas e Comune di Messina al fine di procedere alla soppressione del pedaggio autostradale nella tratta Messina – Villafranca Tirrena.

Nella mozione si legge che il tratto in questione ricade in località Ponte Gallo, quindi Comune di Messina.

“Negli anni passati si è deciso di togliere il pedaggio per le altre uscite che riguardano il Comune di Messina nel tratto che è quindi tangenziale e non autostrada. Il casello di Villafranca Tirrena, chiamato così impropriamente, è un’uscita che ricade sempre nel Comune di Messina e non si capisce perché per un tratto di appena 6 chilometri gli utenti siano costretti a pagare una cifra di 1,20 euro – ha dichiarato Catalfamo – da anni vengono ignorate le richieste degli automobilisti e addirittura una raccolta firme di quasi 10 mila utenti.”

“Riteniamo doveroso dare una risposta all’utenza e dirimere una volta per tutte questo sopruso considerando inoltre che da ormai dieci anni il tratto di strada tra Messina e Villafranca è un cantiere permanente in cui la sicurezza è stata più volte drasticamente messa in secondo piano. Sopprimere il pedaggio non pareggia certo i conti perché vanno attuati dei lavori per la messa in sicurezza ma quanto meno si fa risparmiare qualcosa agli utenti già costretti a ore di coda, restringimenti, situazioni di pericolo, in un tratto di strada che è sempre nello stesso Comune. Non possono esistere cittadini di serie A e cittadini di serie B – conclude il deputato regionale – sopprimere il pedaggio è un dovere istituzionale e politico che non possiamo non mantenere.”

Tag:

3 commenti

  1. se lo svincolo ingresso e uscita da e per messina era ad Orto Liuzzo, allora avrei giustificato tutte le raccolete firme, indignazione etc etc, ma essendo a ponte Gallo e che a poco meno di 3 KM dello Svincolo di Rometta, trovo queste iniziative inopportune, perchè una liberalizzazione del casello di Ponte Gallo comporterebbe un accrescimento esponenziale del traffico sulla 113 in quel tratto di 3 km, molte persone pur di risparmiare provocherebbero ingorghi e file nella statale che in fin dei conti il risparmio lo brucerebbero in file e consumi, l’unica proposta decente che potrebbero fare è che attraverso i telepass di pontegallo si potrebbe avere lo sconto, solo cosi’ si potrebbe avere una approvazione di qualche riduzione del pedaggio.

    0
    0
  2. Se son rose fioriranno, ma fino ad oggi sono stati sempre cachi

    0
    0
  3. Per la gente di Messina che abita a Ortoliuzzo e zone vicine (S. Saba, Marmora, Rodia etc.) e lavora a Messina sono € 2,40 a/r…scusate se è poco…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x