Unime, corso del Centro europeo di diritto spaziale. Studenti sull'Etna - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Unime, corso del Centro europeo di diritto spaziale. Studenti sull’Etna

Redazione

Unime, corso del Centro europeo di diritto spaziale. Studenti sull’Etna

giovedì 12 Settembre 2019 - 09:12
Unime, corso del Centro europeo di diritto spaziale. Studenti sull’Etna

Il tema scelto quest’anno è di grande attualità e molto legato al territorio siciliano: gestione dei disastri e dello spazio esterno

Si concluderà domani con la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione la XXVIII edizione dell’Ecsl (centro europeo di diritto spaziale) – corso estivo in diritto e politica dello Spazio, organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche e dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina, in collaborazione con l’European Centre of Space Law dell’Esa (Agenzia spaziale europea), con l’obiettivo di garantire un’offerta di occasioni di studio e di ricerca internazionali altamente qualificate.

Il tema scelto quest’anno è di grande attualità e molto legato al territorio siciliano: gestione dei disastri e dello spazio esterno.

Nei giorni scorsi, grazie alla preziosa collaborazione dell’Ingv di Catania, i 45 partecipanti provenienti da tutto il mondo si sono recati per una visita di studio presso il rifugio Pizzi Deneri a quota 2800 metri sul livello del mare, sul versante nord dell’Etna accompagnati, fra l’altro, dalla dott.ssa Giulia Colavecchio dell’Università di Messina, dal dott. Marco Ferrazzani e dalla dott.ssa Chehineze Bouafia dell’European Centre for Space Law, dal prof. Philippe Achilleas dell’Università Paris-Sud e dalla dott. ssa Veronique Glaude dell’Itu.

L’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa ha riservato al gruppo uno spettacolo inatteso, consentendo di assistere all’eruzione del cratere di nord-est. Durante la visita, la dott.ssa Claudia Corradino (Ingv) ha illustrato le tecniche satellitari utilizzate per il monitoraggio dell’attività vulcanica etnea e strombolana e il dott. Mario Pulvirenti (Ingv) ha mostrato le reti di sensori GPS utilizzate per le rilevazioni sismiche.

La giornata è proseguita con un ciclo di lezioni tenute presso la sede dell’Ingv di Catania dalla dott.ssa Tania Ganci (Ingv), dalla dott.ssa Simona Scollo (Ingv) e dalla prof.ssa Barbara Orecchio (Unime) che hanno permesso ai partecipanti di apprendere i metodi di studio degli space data per monitorare le attività vulcaniche e gestire le emergenze.

Le risorse spaziali hanno, infatti, una rilevanza cruciale per la protezione ambientale terrestre. Terremoti, uragani, alluvioni, incendi e altri disastri naturali, possono essere misurate, gestite e, in alcuni casi, le circostanze peggiori possono essere evitate grazie alla tecnologia spaziale. Per queste ragioni – sottolinea la prof.ssa Panella, responsabile scientifico del corso – la rilevanza del diritto dello spazio acquisisce sempre maggiore rilevanza, per gli Stati, per le organizzazioni internazionali e per le società private.

Il Parco dell’Etna e i Comuni di Linguaglossa e di Castiglione di Sicilia hanno concesso il nulla-osta per motivi di studio, consentendo al gruppo di studenti e docenti  di utilizzare la strada di congiunzione tra Piano Provenzana e Pizzi Deneri.

Tag:

Insieme per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione. Ci siamo guadagnati la vostra fiducia lavorando con impegno. Abbiamo fatto qualche errore,ovviamente, ma non abbiamo mai derogato al nostro intento di libertà. Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, maggiori contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria. E‘ un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007