Vertenza BluJet, se ne discute alla Camera. Maria Flavia Timbro: "Stop a grave discriminazione" - Tempostretto

Vertenza BluJet, se ne discute alla Camera. Maria Flavia Timbro: “Stop a grave discriminazione”

Redazione

Vertenza BluJet, se ne discute alla Camera. Maria Flavia Timbro: “Stop a grave discriminazione”

giovedì 14 Luglio 2022 - 07:01

La messinese porta la sua interrogazione in aula e chiede al ministro orlando di "promuovere un tavolo interministeriale". Filt Cgil e Uiltrasporti ringraziano

“Ho chiesto al ministro Orlando di farsi carico di promuovere un tavolo interministeriale”. A dichiararlo è l’onorevole Maria Flavia Timbro, deputata messinese la cui interrogazione a risposta immediata sulla vertenza BluJet è stata discussa alla Camera dei Deputato durante il question time.

Timbro: “Porre fine a grave discriminazione”

“Sulla vertenza BluJet oggi in aula ho chiesto al Ministro Orlando – spiega Timbro – di farsi carico di promuovere un tavolo interministeriale cui prenda parte il suo Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed RFI- Rete Ferroviaria Italiana- che è socio unico di BluJet srl. È importante capire perché ai lavoratori BluJet debba essere applicato il CCNL settore mobilità ferroviaria visto che svolgono a tutti gli effetti un servizio di supporto ai treni e garantiscono la continuità territoriale. Qualcuno deve assumersi la responsabilità – ha concluso la parlamentare messinese – di porre fine a questa grave discriminazione tra lavoratori e deve farlo oggi. Centinaia di lavoratori e lavoratrici, centinaia di famiglie attendono una risposta”.

I sindacati

I sindacati Filt Cgil e Uiltrasporti sono intervenuti in merito al question time, ringraziando il ministro del Lavoro Orlando e Maria Flavia Timbro. “La cessione di ramo d’azienda con cui nasce nel 2019 la società Blu Jet – spiegano le sigle – viene espletata a norma dell’art 2112 del Codice Civile e pertanto necessariamente mantenendo le medesime condizioni precedentemente applicate ai lavoratori in Bluferries, società appartenente a Confidarma. I sindacati quindi non potevano fare altro in sede di esame congiunto che procedere secondo disciplina di legge. Non a caso anche in quel verbale – concludono Filt Cgil e Uiltrasporti – contestualmente i sindacati formalizzarono la richiesta di applicazione per i lavoratori transitati in Blu jet del Contratto delle attività ferroviarie che era quello più attinente alle specificità delle attività svolte dalla nuova società adibita alla continuità territoriale sullo Stretto di Messina, tesi avvalorata dal recente parere formulato sulla materia dall’Ispettorato del lavoro della Regione Sicilia e che auspichiamo venga recepito dal Gruppo Fs”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007