Bolletta da 25mila euro: "Ripresa post pandemia vanificata. Così chiudo l'albergo" VIDEO - Tempostretto

Bolletta da 25mila euro: “Ripresa post pandemia vanificata. Così chiudo l’albergo” VIDEO

Carmelo Caspanello

Bolletta da 25mila euro: “Ripresa post pandemia vanificata. Così chiudo l’albergo” VIDEO

lunedì 19 Settembre 2022 - 13:54

Giovanni Foti, imprenditore e vicesindaco di S. Alessio teme la disfatta con la bolletta di agosto: "Pensiamo ad una protesta eclatante, molti colleghi sull'orlo del baratro"

di Carmelo Caspanello (riprese e montaggio Matteo Arrigo)
S. ALESSIO SICULO – “Il caro energia sta vanificando la ripresa dopo la grave crisi legata alla pandemia. Mi sento derubato”. Giovanni Foti, imprenditore e vicesindaco di S. Alessio Siculo, non si dà pace. Tra le mani gira l’ultima bolletta arrivata al suo albergo con vista sul suggestivo Capo, lo stesso che nel corso dell’estate ha ammaliato Madonna e Sharon Stone (entrambe, in vacanza in Sicilia, hanno immortalato quell’angolo di paradiso sui rispettivi profili Instagram).

Bolletta triplicata

La bolletta esibita da Foti è quella di luglio, triplicata rispetto alla precedente. “Guardi – sbotta – dovrò pagare 25mila e 857 euro, mentre prima ne avevo pagato 6mila e 695. Il tutto a fronte di un consumo pressoché uguale: 38mila e 666 Kwh a fronte di 46mila e 875. Così non andremo lontano. Prima il covid, adesso la guerra. E poi la… chiusura. Proprio così, perché temo che la bolletta di agosto possa essere ancora più alta e sarebbe l’ecatombe. Diverse strutture ricettive del comprensorio sono in difficoltà, in fallimento o in amministrazione controllata. Bisogna agire – chiosa Foti – e pensiamo, noi imprenditori messinesi e della riviera jonica, ad una protesta eclatante per richiamare l’attenzione a livello nazionale”. Nei giorni scorsi, in città, sono state spente insegne e luci dei locali. “Ma non ci possiamo fermare qui, dopo quella iniziativa qualcuno si sta arrendendo – incalza il titolare dell’albergo alessese -. Siamo in ginocchio”. Dall’elaborazione degli indici dei prezzi al consumo di agosto 2022, effettuata dall’Ufficio statistica del Comune emerge una crescita esponenziale dei costi dell’energia elettrica, pari ad un +20,5% (il gas è a +22,8). Una impennata che non ha precedenti.

Tag:

6 commenti

  1. Grazie a Putin e le sue guerre… E anche le sanzioni senza guerra. Niente aumenti esagerati…

    4
    11
    1. Nstwviva il duce 20 Settembre 2022 15:32

      La speculazione e gli aumenti erano iniziati ben prima della guerra, la stessa ha dato il colpo di grazia, la ragione degli aumenti bisogna cercarla in Olanda lì sta il problema lì fanno le contrattazioni, li bisogna intervenire.

      2
      0
  2. L’80% degli aumenti non è dovuto alla guerra, ma è pura speculazione finanziaria. Aver permesso questo stato di cose, ed essere in perenne balia degli umori e degli sbalzi dei mercati finanziari è colpa di chi ci governa che piegando il capo alle grandi lobbies speculatrici, ci sta mettendo in questa situazione. Come sempre vale il vecchio detto: “segui i soldi”. A chi vanno i soldi di questi aumenti esasperati? chi ne trae vantaggio?

    2
    0
  3. GIUSEPPE MANGANO 21 Settembre 2022 07:00

    Per forza, se la maggior parte del gregge italico continua a sostenere tutti coloro che sono al governo e che hanno voluto un banchiere come loro capo, che sta portando a compimento e il suo mandato, è cioè il fallimento delle piccole imprese. Cari imprenditori, forse dovevate essere più lungimiranti quando hanno iniziato a chiudervi e poi a farvi credere di essere il braccio armato del governo dotandovi di un potere illegittimo… Controllori del Green Pass, adesso dovete solo raccogliere i frutti che avete accettato di coltivare nel vostro orticello. Domenica se si arriverà a votare ricordate bene quello che vi hanno fatto quando avrete la matita in mano, Buona Vita.

    1
    0
  4. Il caro energia non c’entra con la crisi o la pandemia. Ma solo un modo per far fallire diverse infrastrutture per poi sicuramente consentire a qualcuno di acquistarli a quatto soldi, visto che gli operatori del settore saranno bersagliati dall’agenzia delle entrate e dai fornitori nonché debiti. Ovviamente tutto nella legalità .

    1
    0
  5. Un articolo del genere non ha senso. Mi sa tanto di scusa per non pagare i fornitori e i poveri dipendenti sottopagati dell’albergo.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007