Messina. Scurria lascia Arisme "ma il risanamento continua" e Mondello annuncia 90 alloggi VIDEO - Tempostretto

Messina. Scurria lascia Arisme “ma il risanamento continua” e Mondello annuncia 90 alloggi VIDEO

Marco Olivieri

Messina. Scurria lascia Arisme “ma il risanamento continua” e Mondello annuncia 90 alloggi VIDEO

venerdì 01 Luglio 2022 - 13:38

Marcello Scurria lascia la presidenza dell'Agenzia per il risanamento. Oggi l'ufficializzazione, nella sala giunta, con il sindaco Federico Basile e l'assessore Salvatore Mondello

Di Marco Olivieri (interviste video di Carmelo Caspanello, riprese e montaggio Matteo Arrigo)

MESSINA – Marcello Scurria lascia la presidenza di Arisme, l’Agenzia per il risanamento. Oggi l’ufficializzazione, nella sala giunta, con il sindaco Federico Basile e l’assessore Salvatore Mondello. “Il mio bilancio è positivo e ora voglio a tornare a un impegno lungo 35 anni: quello di avvocato”, esordisce con serenità Scurria. Dal 2018 tanti i cambiamenti avvenuti con 350 case consegnate.

Scurria: “La strada giusta tracciata in questi 4 anni e Mondello e Basile continueranno su questa scia”

Scurria ci tiene a precisare: “Tutto scorre e ora è il momento di lasciare. Io ho messo a disposizione le mie capacità, con orgoglio, per creare dal nulla un ente, Arisme, fiore al’occhiello dell’amministrazione De Luca e anche di quella Basile. Un ente virtuoso e l’idea originaria di avere un soggetto unitario che si occupasse solo di risamento ha pagato. Ed è risultata vincente. Nel 2018 il risanamento era in una situazione senza via d’uscita. Abbiamo fatto vedere la luce in fondo al tunnel e dato speranza a chi non ne aveva”.

Continua Scurria: “Abbiamo concepito, con De Luca, un progetto di rigenerazione urbana. Si è capito che il problema non era solo abitativo. La casa non basta ed è necessario un sostegno complessivo a chi ha questo tipo di vissuto. L’amministrazione De Luca, con il progetto L’estate addosso e con i tirocini formativi, per mille persone, e già in 400 lavorano, è andata in questa direzione. Nel segno dell’inclusione. Alla fine di questa nuova amministrazione, il problema del risanamento sarà definitivamente risolto”.

Mondello: “60 alloggi e altri 30 in fase d’acquisto. Ci servono 120 abitazioni e siamo vicini al risultato”

A sua volta, l’assessore Mondello, con delega al risanamento, ha ringraziato l’avvocato Scurria “per lo straordinario lavoro, svolto con grande capacità. In generale, le sinergie istuzionali con il commissario staordinario (commissaria straordinaria per la riqualificazione delle aree delle baraccopoli, n.d.r), la prefetta Cosima Di Stani, sono più forti che mai. Il futuro è ben definito: la programmazione prevede l’assegnazione degli alloggi per chi non ha avuto la fortuna di trovare una sistemazione. I numeri? In fase di definizione ma almeno 60 alloggi sono pronti e altri 30 in fase di acquisto. Stiamo procedendo spediti. Le demolizioni stanno andando in appalto. Sta pure proseguendo Qualità dell’abitare, un progetto da 150 milioni di euro che ci vede primi in Italia e motore della riqualificazione. La formazione, in relazione al lavoro, e l’accompagnamento all’inserimento sociale di chi ha vissuto queste situazioni sono per noi priorità. In concreto, ci servono 120 abitazioni e siamo vicini al risultato”.

Basile: “Il futuro di Arisme è continuare nel segno del lavoro svolto in sinergia con la commissaria straordinaria”

Per il sindaco di Messina, Federico Basile, “Arisme deve continuare, come in questi anni, in sinergia con l’amministrazione, nell’ottica dello sbaraccamento e del risanamento. Nomi di sostituti? Per ora ringraziamo l’avvocato Scurria per il lavoro svolto. Andremo avanti in questa direzione. Abbiamo fatto una serie di incontri con la commissaria straordinaria, la prefetta Di Stani, che detta i tempi e Arisme è soggetto attuatore. L’interesse sia della prefetta, sia della mia amministrazione è chiudere quest’annosa vicenda, che sarebbe rimasta su qualche tavolo di una scrivania romana se non ci fosse stato il mio predecessore”.

Articoli correlati

Tag:

3 commenti

  1. Annalisa Giacobbe 1 Luglio 2022 18:37

    Ma quale tavolo di scrivania romana…. Ma se è proprio da Roma che è partito il finanziamento per il risanamento e la nomina del Prefetto quale commissario straordinario. Non diciamo corbellerie per favore.

    6
    3
    1. Lo ha detto anche Basile in una intervista che quella che riguarda il risanamento è una legge speciale nazionale e che è tutto in mano al prefetto.
      Cosa c’entri De Luca è un mistero anche per me visto che ha zero rappresentanti in parlamento.
      Per tantissimi altri però sembra non essere affatto un mistero a quanto pare.

      2
      1
  2. Niente più alloggi a Fondo Fucile, di cemento ce n’è già tanto, fate una bella villa, un bel polmone verde che di verde in questa città ce n’è davvero poco.

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007