Reggio Calabria, durante la posa di cavi sottomarini appare un enorme squalo "Vaccarello" | VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Reggio Calabria, durante la posa di cavi sottomarini appare un enorme squalo “Vaccarello” | VIDEO

Simone Pizzi

Reggio Calabria, durante la posa di cavi sottomarini appare un enorme squalo “Vaccarello” | VIDEO

martedì 18 Febbraio 2020 - 16:57

Reggio Calabria, durante la posa di alcuni cavi sottomarini, compare di fronte le telecamere del drone un enorme squalo "Vaccarello" o "Capopiatto"

Reggio Calabria, 18 febbraio – Qualche giorno fa la nave Antonio Meucci, ha eseguito dei lavori di manutenzione e sostituzione di cavi telefonici a 250 metri di profondità. Le operazioni, che si sono svolte tra le località “Bolano” e “Paradiso” , sono state seguite dalla nave tramite un drone subacqueo comandato a distanza.

A un certo punto appare lo squalo

Proprio dalle immagini trasmesse, è spuntata una sorpresa. Infatti ad essere immortalato, incuriosito da quello che stava accadendo nei fondali, un grosso squalo lungo circa 4 metri.

Come ci spiega il biologo Angelo Vazzana, si tratta di un esemplare di Hexanchus griseus (Bonnaterre, 1788), nome comune pesce vacca o “vaccarello” , che vive solitamente in profondità ma, in particolare nello Stretto di Messina, risale verso i – 100 m. È una specie prolifica che popola mari e oceani, molto diffusa nel Mediterraneo.

Lo squalo prova ad addentare il cavo posato sul fondo

Lo squalo viene sorpreso dalle telecamere mentre è intento a provare ad “addentare” uno dei cavi appena posizionati sul fondo. Una volta resosi conto che li per lui non c’è nulla di buono, con un area flemmatica se ne va.

Il video è stato pubblicato su facebook proprio dai Piloti dell Stretto di Messina e Gioia Tauro.

Uno squalo buono

Il vaccarello, visto che nel Mediterraneo vive a grandi profondità, non è aggressivo solitamente con l’uomo. Infatti sono stati registrati veramente pochissimi casi di attacchi, così come suggerisce la sua andatura flemmatica. Anzi, è proprio lui ad essere una preda, perchè le sue carni sono considerate le migliori in assoluto tra le specie di squali. Hanno, infatti, un buon sapore simile a quello della carne di manzo da cui appunto deriva il nome comune.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. A Messina si chiama “pisci Vacca”. È uno squalo che nello Stretto può arrivare anche a 30 metri e comunque è stato riportato che la minima profondità era di 15 m seppur rara. È generalmente considerato squalo di acque profonde e risale dal fondo per di più durante le ore notturne e inabbissarsi durante le ore diurne.

    6
    0
  2. Cosa volevano trovare un orso? 🤣🤣🤣🤣🤣

    1
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007