Politica e giustizia

Caro Musumeci, l'Italia ci guarda.Il caso Genovese, la sindrome di Stoccolma



Commenti

node comment

nuccio pecoraDom, 26/11/2017 - 21:16 November 26, 2017

Mi auguro che Mastroeni non venga trasferito per "meriti" professionali !!!!
anticospezialeDom, 26/11/2017 - 19:44 November 26, 2017

Decenni di malcostume hanno condotto i messinesi in una fase caratteristica “da studio” . Pochi hanno ormai la voglia (o il coraggio) di esternare il proprio pensiero, specialmente se rivolto ai politicanti o alla magistratura. Plaudo quindi alle belle parole della dott.ssa Brancato, parole che dovrebbero provenire anche da migliaia di cittadini abituati al caratteristico letargo. Purtroppo sono ormai vecchio e non posso che dire: COMPLIMENTI ROSARIA MA . . .PAROLE D’ORO, PAROLE AL VENTO.
Ritratto di unmessinesequalunque
unmessinesequalunqueDom, 26/11/2017 - 15:10 November 26, 2017

2)I politici cercano i voti nelle classi più disposte a concederglielo anche per una sola speranza ,gente CON PIÙ FAME , la classe media Messinese.. gente che si trova sotto ricatto occupazionale perché è trimestrale... gente che lavora in qualche compagnia di navigazione è dà il voto per far lavorare il proprio figlio e poi prendere il suo posto quando in pensione..., gente che spera di essere assunto all'Atm...gente che spera in una raccomandazione per un concorso, o ancora gente che vende il voto per 50 o 100 euro. È questa la verità. Purtroppo i politicanti di turno fanno leva su questo, e finché ci sarà fame, avranno terreno fertile Tutti invochiamo il cambiamento di Messina, e del Sud ma al momento del voto lo vogliamo davvero???
Ritratto di unmessinesequalunque
unmessinesequalunqueDom, 26/11/2017 - 15:08 November 26, 2017

1)Bellissima analisi. Complimenti davvero. Purtroppo ci troviamo di fronte a dei fenomeni sociali che si nutrono di fame e di miseria. Tralasciando le manovre dei Genovese per evadere il fisco ,rubare alla collettività(rubare a tutti noi), vorrei soffermarmi su quegli intrecci politici che permettono di avere persone IMPRESENTABILI quanto meno dal punto di vista etico, ancora a rappresentarci. La colpa è nostra. Noi, abbiamo permesso questo. Noi abbiamo votato. Noi abbiamo scelto. Ma perché? Vivo fuori Messina ma Il motivo lo conosco,così come lo conoscono tutti quelli che vivono o hanno vissuto a Messina. LO SCAMBIO. Non nascondiamoci dietro un dito. i voti, la politica, li ottiene si nutrendosi di fame e di miseria.
Arcistufo2.0Dom, 26/11/2017 - 12:22 November 26, 2017

La questione puramente etica è stata affrontata. Lo dimostra il voto ai cinque stelle (condivisibile o meno) così come la forte percentuale di astenuti. Il nodo gordiano resta la condizione di dipendenza alla quale sono legati molti elettori e non solo i 17.000 di Luigi Genovese. Esclusi coloro i quali lo fanno per pura avidità, resta un esercito di persone il cui reddito dipende in vari modi dai Genovese di turno. L'unico modo per rompere queste malsane dipendenze è creare ricchezza. Non ci può essere indipendenza di giudizio senza quella economica purtroppo.
maleducatoDom, 26/11/2017 - 10:59 November 26, 2017

Brava. Editoriale fatto proprio bene. Complimenti
Il GattopardoDom, 26/11/2017 - 10:59 November 26, 2017

Tutto questo mi ricorda la saga dei Savastano...un ragazzino,un muccusu,buttato senza pietà in pasto ai lupi palermitani. Il tutto per conservare il potere di una dinastia. Caro sig. Francantonio Genovese si vergogni.
levaci manuDom, 26/11/2017 - 09:58 November 26, 2017

si, nel resto dell'Italia vi guardano . Se volete sapere cosa in realtà pensano di noi fuori basta fare un giro per i profili facebook pubblici degli indipendentisti veneti , questo è il profilo di uno dei loro capi https://www.facebook.com/lucio.chiavegato Vi auguro buon divertimento
Antonio Torreca...Dom, 26/11/2017 - 09:51 November 26, 2017

La carriera politica di Genovese lo ha visto transitare nel CDU di Buttiglione, nel PPI di Marini e Castagnetti, nella Margherita di Rutelli (vicesegretario regionale), quindi nell'Unione Prodiana (sindaco di Messina), nel PD di Veltroni (Segretario Regionale con l'85% delle preferenze, Segretario della commissione antimafia del Parlamento nazionale), di nuovo nel PD di Bersani e infine in Forza Italia. I suoi voti hanno fatto comodo a tanti! A Messina tutti conosciamo Genovese, sembra che i partiti, però, lo conoscano meno o comunque hanno scientificamente sempre fatto finta di non vedere. Questa nazione ha lasciato alla magistratura un compito che non dovrebbe avere; la politica continua a girarsi dall'altra parte...
X MessinaDom, 26/11/2017 - 08:54 November 26, 2017

Concordo al 100% con questo articolo. Questa gente, xxxxxxxxxxxxxxxxxx, non prova vergogna e costringe tutti i messinesi, soprattutto quelli che come me vivono fuori messina, ad avere vergogna di essere messinesi. Mi spiace umanamente per le sorti di un ragazzo di 20 anni, ma non trovo differenze tra lui ed i figli di xxxxxxxxxxxxxxxx, che piuttosto che prendere le distanze dai propri genitori, diventano come loro e si dichiarano vittime che dimostreranno la loro innocenza!
Franco CaliriDom, 26/11/2017 - 08:49 November 26, 2017

Ottimo servizio di Rosaria Brancato. Nulla, da aggiungere e nulla da togliere! Ho sostenuto e sostengo fermamente Musumeci e sono certo che saprà resistere ai politicanti che lo strattonano. So che è persona per bene (nessuno, neanche i suoi più acerrimi avversari, affermano il contrario) e sono certo dei suoi valori. Su genovese sr preferisco non commentare per evitare censure. Il ragazzo, invece, ritengo che sia una vittima di chi, piuttosto che fargli vivere serenamente e in modo spensierato i suoi vent'anni, gli sta rovinando la vita. Poco importa se i genitori verranno assolti o condannati, ma io, da padre, MAI avrei messo mio figlio in una situazione simile, Ma gli scaltri genitori, riescono ancora a guardalo negli occhi?
mezzaconpannaDom, 26/11/2017 - 08:01 November 26, 2017

La sindrome di stoccolma ci sta, ma.. tante le differenze sulla dipendenza dai Genovese 131 ore di sequestro- contro 62 anni di monopolio 4 ostaggi- contro intere popolazioni che usano il mare 1 complice- 52 anni di alleanze politiche e lo stato che non ha mai garantito un'alternativa sostenibile. Facile quindi che la gente dipenda psicologicamente da loro. Un territorio spolpato, sfruttato e impoverito in maniera inverosimile, crea bisognosi, costretti a lunghe file per elemosinare la qualsiasi cosa. Mi auguro solo che Musumeci comprenda cosa significa continuità territoriale e lo stato ci liberi dal sequestro dello stretto! Per le pene "strage" uccisione psicologica di un gran numero di persone con distruzione di massa.