Nodo di scambio intermodale alla Stazione Centrale. Intesa tra Rfi e Comune - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nodo di scambio intermodale alla Stazione Centrale. Intesa tra Rfi e Comune

Nodo di scambio intermodale alla Stazione Centrale. Intesa tra Rfi e Comune

mercoledì 17 Gennaio 2018 - 08:53
Nodo di scambio intermodale alla Stazione Centrale. Intesa tra Rfi e Comune

4,7 milioni del Pon Metro e altri 7 del fondo Fsc. Alla stazione centrale, nodo di scambio per bus extraurbani, aliscafi, car e bike sharing, taxi e mezzi Atm

Un progetto congiunto tra il Comune di Messina ed Rfi, che prevede la riqualificazione dell’area della stazione centrale ferroviaria, al fine di renderla un vero centro di scambio intermodale capace di collegare e mettere in rete bus extraurbani, treni, navi veloci, tram, bus, stazioni di car/bike sharing, taxi e il parcheggio Cavallotti.

Se n'è discusso nel contro di un incontro con il gruppo di Pianificazione Strategica di Rete Ferroviaria Italiana, il sindaco, Renato Accorinti, e il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Viabilità e Trasporti, Gaetano Cacciola.

L’incontro è stato fortemente voluto dal prof. Giuseppe Catalano, responsabile della Struttura Tecnica di Missione del ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, per fare in modo che le risorse provenienti dalla delibera Cipe destinate alla “Cura del Ferro” si colleghino con le iniziative che la città di Messina sta portando avanti soprattutto con le risorse dei fondi Pon Metro del Comune di Messina (4,7 milioni di euro) per migliorare i collegamenti non soltanto all’interno della città. L’hub intermodale alla stazione centrale diventerà infatti il vero pilastro del ponte di collegamento di Messina con la Sicilia, con Reggio e l’Italia intera. Oltre ai 4,7 milioni del Pon Metro, sono già disponibili 7 milioni (2 per il 2017 e 5 per il 2018) da Rfi dal fondo Fsc del ministero alle Infrastrutture.

“E’ stato già fissato un altro incontro tecnico il 6 febbraio a Roma – ha dichiarato il vicesindaco Cacciola – al fine di condividere le idee progettuali di dettaglio. Per noi Rfi è un ottimo partner per realizzare il sistema intermodale che, oltre a riqualificare un’area degradata della città, consentirà sia ai pendolari dello Stretto che ai nostri concittadini di potere affrontare gli arrivi e le partenze da Messina in modo più confortevole e più sicuro, adeguandolo ai tempi moderni. Le risorse già disponibili – ha concluso Cacciola – costituiscono un importante e sicuro punto di partenza, ma ovviamente cerchiamo di guardare anche ad ulteriori opportunità affinché il progetto possa accrescersi nel tempo”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. tranquilli,sti quattru scarpara du comune ,non conchiudunu nenti.

    0
    0
  2. Non vogliono capire che devono andare a casa ,la maggioranza dei Messinesi non vi voterà mai più.Qualsiasi cosa firmate o fate per noi è solo campagna elettorale .A Giugno scomparirete come amministratori della città e mi sa anche dalla politica.Liberate Messina da Accorinti.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007