Acr Messina, che rimonta. Il Paternò s'inchina alla capolista - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Acr Messina, che rimonta. Il Paternò s’inchina alla capolista

Manuel Pernice

Acr Messina, che rimonta. Il Paternò s’inchina alla capolista

domenica 18 Aprile 2021 - 17:32
Acr Messina, che rimonta. Il Paternò s’inchina alla capolista

La capolista strappa tre punti preziosi al "Falcone-Borsellino" con i gol di Foggia e Lomasto

Prova di forza. L’Acr Messina espugna Paternò e porta a casa tre punti di platino. Primo tempo troppo brutto per essere vero per i peloritani. Gli uomini di Novelli vanno sotto di un gol con l’inzuccata di Di Stefano. Nella ripresa i peloritani scendono in campo con gli occhi della tigre. Il solito Foggia riacciuffa il pareggio. E poco dopo è Lomasto con uno stacco imperioso a firmare il sorpasso. I biancoscudati continuano la loro corsa e consolidano il primato.

Lo “schiaffo” del Paternò

Primo tempo sonnecchiante, i peloritani tengono in mano il pallino del gioco. Ma il possesso è sterile e non si trovano pertugi contro un Paternò ben organizzato. Al 29′ c’è la prima occasione della partita. Puglisi conclude ma Caruso è attento e respinge. Sei minuti dopo Vacca prova a svegliare i peloritani dal torpore. Ma la sua conclusione dalla distanza è murata da Maiorano. Poco dopo a provarci è Bollino su punzione, conclusione innocua respinta dal portiere. Al 42′ il Paternò sblocca il risultato. De Marco “sgomma” sulla destra, cross per Di Stefano che di testa trafigge Caruso. Gli etnei sono rinvigoriti dal vantaggio e continuano a spingere. Camacho si mette in proprio e conclude, Lomasto è provvidenziale a murare il tiro.

Remuntada peloritana

Nella ripresa Novelli inserisce subito Cretella al posto di Saindou. I peloritani non riescono a trovare i ritmi giusti. Giri del “motore” troppo bassi per sfondare il castello difensivo avversario. Al 56′ a provarci è Vacca, ma il centrocampista “mastica” la conclusione. Poco dopo il Paternò prova a pungere: cross teso di Santapaola che non trova nessuno. Al 68′ alla prima vera occasione l’Acr Messina acciuffa il pareggio. Passaggio illuminante di Bollino per Foggia, il bomber peloritano è glaciale e trafigge Cavalli. Il gol dal pareggio dà nuova linfa ai peloritani. Al 70′ sugli sviluppi di un corner Lomasto sale nell’attico e deposita alle spalle del portiere. L’Acr Messina da grande squadra si risveglia nel momento più buio ribaltando il risultato. Novelli inserisce il nuovo acquisto Oggiano al posto di uno stremato Cunzi. Nei minuti finali l’Acr Messina “addormenta” la partita da grande squadra. Il triplice fischio dell’arbitro fa esplodere la gioia dei peloritani.

PATERNO’ – ACR MESSINA 1-2

PATERNO’: Cavalli (73′ Maugeri); Mazzotti, Bontempo, Guarnera; De Marco, Camacho (72′ La Piana), Maiorano, S. Puglisi, Santapaola; Di Stefano (77′ Pardo), Mascari (56′ Cenci). A disp: Zappalà, Barbaro, Scapellato, M. Puglisi, Camilleri. All. Gaetano Catalano.
ACR MESSINA: Caruso; Cascione (56′ Mazzone), Lomasto, Sabatino, Izzo; Cristiani, Saindou (46′ Cretella), Vacca; Bollino, Foggia, Cunzi. A disp. Lai, Bellopede, Manfrellotti, Crisci, Oggiano, Boskovic, Polichetti. All. Raffaele Novelli.
ARBITRO: Emanuele Bracaccini di Macerata.
RETI: 42′ Di Stefano, 68′ Foggia, 70′ Lomasto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x