Al via processo alla mafia dei Nebrodi, Antoci in aula - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Al via processo alla mafia dei Nebrodi, Antoci in aula

Alessandra Serio

Al via processo alla mafia dei Nebrodi, Antoci in aula

martedì 02 Marzo 2021 - 11:48
Al via processo alla mafia dei Nebrodi, Antoci in aula

Al via il processo Nebrodi alla mafia dei pascoli. In aula anche Giuseppe Antoci e le commissioni Antimafia regionale e nazionale

Ha preso il via stamane il processo “Nebrodi” alla mafia dei pascoli, con oltre 100 imputati alla sbarra tra vecchi boss e nuove leve dei clan di Tortorici, familiari, soci e colletti bianchi coinvolti nel business delle truffe all’Unione Europea attraverso le pratiche agricole.

All’udienza che si tiene all’aula bunker del carcere di Gazzi stamane c’era anche il presidente della Fondazione Caponnetto, Giuseppe Antoci, e alcuni componenti delle Commissioni Antimafia, regionale e nazionale.

“E’ una vittoria dello Stato – ha detto Antoci, promotore del protocollo che porta il suo nome, diventato legge, nato dall’esperienza alla presidenza del Parco dei Nebrodi e voluto proprio per stoppare l’infiltrazione criminale nella gestione fondi destinati ad agricoltura ed allevamento.

“Abbiamo colpito con un’azione senza precedenti la mafia dei terreni – dice Antoci – ricca, potente e violenta, ed è per questo che quella notte volevano fermarmi. Volevano bloccare l’idea di una legge nazionale e dunque tutto quello che sta accadendo oggi. Io sarò presente domani all’Aula Bunker e li guarderò dritti negli occhi, uno per uno, senza paura, senza indugi e con l’unica forza che ho: quella dello Stato” – ha concluso Antoci.

Questo processo è il frutto di un importante lavoro dello Stato e di Giuseppe Antoci – ha detto il senatore Giuseppe Giarrusso (ex M5S) dell’Antimafia nazionale – e di due coraggiosi poliziotti che purtroppo non ci sono più“, ha spiegato ricordando l’opera di Tiziano Granata e Rino Todaro, gli agenti del Commissariato di Sant’Agata che facevano parte della scorta di Antoci e che hanno lavorato a diverse indagini sui Nebrodi. Presenti anche i deputati nazionale Piera Aiello e regionale Nello Di Pasquale.

Al processo il Parco dei Nebrodi, oggi presieduto da Domenico Barbuzza, è parte civile insieme a molte sigle anti racket e imprenditori.

Tag:

Un commento

  1. Finalmente qualcuno che riesce a guardarli in faccia questi analfabeti!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x