All'Amando S. Teresa il derby col Giarre, promozione in B1 più vicina - Tempo Stretto

All’Amando S. Teresa il derby col Giarre, promozione in B1 più vicina

Redazione

All’Amando S. Teresa il derby col Giarre, promozione in B1 più vicina

lunedì 01 Aprile 2019 - 09:27
All’Amando S. Teresa il derby col Giarre, promozione in B1 più vicina

PALLAVOLO B2/F

S. TERESA DI RIVA -La chiude Benny Bertiglia con 2 muri e uno smash in diagonale che regalano alla Farmacia Schultze – Villa Zuccaro S. Teresa 3 punti d’oro nella corsa verso la promozione diretta in B1. Come dice il mister delle santateresine Roberto Scala, bisogna raggiungere l’obiettivo gradino dopo gradino. E quello di sabato era un gradone, contro la terza forza del campionato, per giunta fuori casa, contro una squadra, il Giarre, che veniva da otto vittorie consecutive. E allenata da mister Camiolo che conosceva pregi e difetti, tecnici e tattici, delle aquilotte dell’Amando Volley S. Teresa. Ma di difetti se ne sono visti pochi nella squadra allenata da Scala, fatta eccezione per quell’inizio di secondo set, che ha portato le giocatrici ospiti a mollare la presa per ripartire con veemenza per il terzo e quarto set.

Ma procediamo con ordine e passiamo alla cronaca della partita. Scala punta nuovamente su Casale come schiacciatrice insieme a Rania , Agostinetto e Bertiglia a completare la diagonale classica, Mercieca e Richiusa al centro e Grillo libero. Camiolo risponde con Tracinà in palleggio e Chiesa opposta, Bontorno e Leone centrali, Nielsen e Barone schiacciatrici e Gueli libero. Pronti via ed è subito Amando che con determinazione si porta sul 5-10 costringendo il tecnico locale a chiamare time out. Lentamente Giarre rientra in partita e dopo aver impattato sul 14 pari (time out Amando) si porta addirittura in vantaggio sul 17-16. Con una chirurgica Agostinetto in battuta le ospiti ribaltano il risultato costringendo Camiolo al secondo discrezionale (17-19), che non porta i risultati sperati con la chiusura sul 22-25 per la capolista.

Nel secondo parziale Giarre parte a mille, con Rotella in regia al posto di Tracinà, ed è subito 6 a 0. Le giocatrici dell’Amando sbagliano tanto e quando riescono ad attaccare, trovano di fronte una Gueli in formato stratosferico che difende l’inverosimile. Tutti i tentativi di rimonta vengono smorzati, e come detto nella prima parte, le ospiti ammainano ben presto la bandiera (25-16 il finale) per concentrarsi sui 2 set successivi.

E i risultati si vedono subito. Giarre sempre a riconcorrere, nel terzo set, con Camiolo costretto a chiamare due discrezionali (1-6 e 1-11). Gioco corale per le aquilotte, con tutte le bocche da fuoco coinvolte a mettere punti in cascina. Un elogio a Valentina Rania, devastante nei primi scambi, aiutata anche dall’azzeccata formazione di Scala, che ha sparigliato le carte più volte, variando le rotazioni, per non dare all’ex tecnico dei riferimenti certi. Ottima al servizio Mercieca. L’ex di turno Casale, cresceva a dismisura in difesa, ricezione ma soprattutto in attacco, risultando imprendibile in molti tratti. Il set si chiudeva rapidamente sul 13-25, malgrado i numerosi cambi operati dall’allenatore di casa.

Quarto ed ultimo set che parte leggermente più equilibrato, ma la macchina della capolista è già lanciata in 6^ marcia e poco possono contrastarla le avversarie. Nella fase centrale l’allungo decisivo con Camiolo che chiama 2 time out (8-12 e 11-16) e cambia costantemente pedine. Ma non riesce a bloccare la sua ex squadra. Negli occhi di tutti resterà il colpo di Selly Richiusa, che su una free ball, si inventa un palleggio di primo tocco che va a cadere docilmente nell’angolo vicino alla linea dei nove metri avversari. Standing Ovation! La crescita di Bertiglia permette all’Amando di scavare un solco insormontabile. La giocatrice di Casale Monferrato a tratti ha sofferto l’altissimo muro (soprattutto di Bontorno e Nielsen) che il suo ex tecnico gli aveva predisposto contro. Ma Giulia Agostinetto, abilissima a leggere le partite, ha ben gestito la compagna di squadra, servendola in maniera impeccabile, tanto che alla fine è risultata top scorer con 15 punti. Si chiude sul 16-25.

Mister Scala a fine partita è lapidario, e con l’umiltà che lo contraddistingue, dà tutti i meriti della vittoria alle ragazze . Tutti però sanno quanto ha lavorato per questo risultato e il pubblico alla fine gli riconosce il giusto tributo con un coro dedicato.

L’ultimo pensiero lo regala la giocatrice di casa, che avvicinandosi ad un dirigente della Farmacia Schultze – Villa Zuccaro S. Teresa a fine partita gli dichiara spontaneamente: “Il vostro movimento merita la serie A”. In tutte le parti della tribuna vedevi gente di Santa Teresa e dintorni, fino a restare imbambolati di fronte alla splendida macchia bianco-azzurra degli Eagles. Mai un minuto di silenzio, sempre ad incoraggiare le proprie beniamine.

L’Aragona vince 3 a 0 a Pedara e resta incollata a 3 punti. Mancano 4 partite, la prossima in casa contro Castel-Selinunte Sabato 6 aprile al Palabucalo.

TABELLINO

VOLLEY GIARRE – FARMACIA SCHULTZE 1-3 (23-25; 25-16; 13-25; 16-25)

VOLLEY GIARRE: Famoso, Rotella, Barone, Milici, Tracina S., Tracinà K, Leone, Chiesa, Nielsen, Marletta, Bontorno, Motta, Gueli L1, Grasso L2. All. Camiolo

FARMACIA SCHULTZE-VILLA ZUCCARO: De Luca, Rania 9, Sturniolo, Casale 10, Mercieca 7, Agostinetto 3, Siracusano, Richiusa 10, Bertiglia 15, Grillo L1, Foscari L2. All. ScalaArbitri: Morello e Scavelli della provincia di Catanzaro

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007