Invasione di topi in Tribunale: sit in di protesta. FOTOGALLERY - Tempo Stretto

Invasione di topi in Tribunale: sit in di protesta. FOTOGALLERY

Invasione di topi in Tribunale: sit in di protesta. FOTOGALLERY

giovedì 19 Aprile 2018 - 10:05
Invasione di topi in Tribunale: sit in di protesta. FOTOGALLERY

Questa mattina i dipendenti del Palazzo di giustizia hanno protestato per i disagi. L'Ordine degli avvocati interviene con una nota ed esprime indignazione. LE FOTO

Escrementi di topi tra i fascicoli, sulle scrivanie, topi che corrono indisturbati tra uffici e corridoi. Oggi la protesta. Con una nota interviene anche l'Ordine degli avvocati.

“Esprimiamo indignazione per le pessime condizioni igienico sanitarie nelle quali sono costretti ad operare avvocati, magistrati, personale amministrativo e utenti. Quanto accaduto è la conseguenza, inevitabile, anche della leggerezza con la quale la vicenda è stata subordinata alla più becera burocratizzazione del servizio giustizia”. Così il presidente dell’Ordine degli Avvocati, Vincenzo Ciraolo.

In sintesi: il Governo, in regime di spending review, ha soppresso le commissioni di manutenzione interne ai Palazzi di Giustizia che consentivano una vigilanza costante e una gestione immediata di tutte le problematiche che potessero afferire alla gestione di edifici grandi e molto frequentati come i Tribunali. Al contempo, per contro, ha dato la possibilità, in luogo della effettuazione di singole gare d’appalto per ogni emergenza, di stipulare convenzioni con le quali il Ministero della Giustizia, di fatto, autorizza ad impiegare personale del Comune per la gestione delle esigenze di manutenzione. Convenzioni che, tuttavia, per essere efficaci necessitano di un successivo accordo con il Comune di riferimento.

“Nonostante la convenzione stipulata con il Ministero dalla nostra Corte d’Appello e nonostante le reiterate richieste della conferenza permanente che più volte ha segnalato la necessità di ripristinare il presidio tecnico – evidenzia Ciraolo – l’Amministrazione comunale non ha mai provveduto ad adempiere quanto promesso rendendo, di fatto, inefficace la convenzione ministeriale.

Quanto accaduto e continua ad accedere – conclude Ciraolo – è l’emblema della disattenzione, del pressappochismo e della noncuranza con cui viene gestito il settore giustizia, che vede nella estenuante attesa per la realizzazione del secondo palazzo di Giustizia il suo punto di massima espressione”.

Tag:

Un commento

  1. Ovvio che avvengono …con tal amministratori…locali cosi versano le strade pessime e piene di insidie di ogni genere dal bitume illuminazione in poi di incivili. Si a quando il nuovo palazzo. Doveroso ,,!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007