Si allarga la coalizione di centrodestra, Grande Sud appoggia Enzo Garofalo - Tempostretto

Si allarga la coalizione di centrodestra, Grande Sud appoggia Enzo Garofalo

Francesca Stornante

Si allarga la coalizione di centrodestra, Grande Sud appoggia Enzo Garofalo

giovedì 09 Maggio 2013 - 12:36

Durante una conferenza stampa a Palazzo dei Leoni questa mattina la deputata regionale di Grande Sud Bernardette Grasso ha ufficializzato l'appoggio del suo partito al candidato del Pdl Enzo Garofalo che durante l'incontro ha parlato del futuro della Rada San Francesco.

“Da bambina venivo a Messina con mio padre e ricordo le passeggiate a piazza Cairoli, il salotto buono della città. A Messina ho vissuto anche gli anni degli studi, anni intensi e vivi di altrettanti ricordi belli. Oggi invece venire a Messina è diventato triste. Ma è per questo che dobbiamo subito fare qualcosa per cambiare le cose”. Fa un tuffo nella memoria la deputata regionale di Grande Sud Bernardette Grasso, oggi seduta accanto ad Enzo Garofalo, candidato sindaco del Pdl, per sancire il matrimonio politico in vista dell’elezioni del 9 e 10 giugno. “Ora come non mai si gioca il futuro della città e noi vogliamo far parte della vicenda Messina”, ha detto la deputata. Il partito di Gianfranco Miccichè va a ingrossare le fila della coalizione di centrodestra, dopo quelle che lo stesso Garofalo ha definito incomprensioni durante la tornata elettorale delle regionali. Bernardette Grasso e la sua squadra hanno scelto Garofalo perché è una persona di esperienza, capace di dialogare con tutte le forze politiche e soprattutto in grado di recuperare quel rapporto tra Istituzione e cittadino che si è perso. Grande Sud sarà presente accanto ad Enzo Garofalo con le candidature al consiglio comunale dell’uscente Sebastiano Tamà, che ribadisce il suo impegno a continuare un percorso già iniziato ma che ponga finalmente Messina al centro degli interessi della politica, e della new entry Helga Corrao. Nell’agenda messinese di Grande Sud i riflettori sono puntati su dissesto idrogeologico, Prg in chiave sviluppo industriale, battaglie per la mobilità. Enzo Garofalo ha ringraziato la deputata e prima di tutto amica Bernardette Grasso per la fiducia, sottolineando che non sono numeri che si vanno a sommare in termini di voti perché la politica non si fa in maniera aritmetica ma soprattutto con il cuore e con l’entusiasmo. Garofalo ha ribadito la sua voglia di essere il sindaco di Messina, anche se dovesse arrivare il dissesto. Sarà un stimolo in più per ripartire, le idee sono già chiarissime, ha detto il candidato che Bernardette Grasso chiama già sindaco. Garofalo ha parlato di Area dello Stretto, Messina dovrà pretendere risorse per ammodernare il sistema Stretto, oggi più che mai visto che la partita del Ponte sembra ormai definitivamente chiuso. E parla anche della Rada San Francesco, nelle ultime settimane tema caldo per l’imminente scadenza della proroga di concessione. Proprio la Rada San Francesco sarà una delle priorità del deputato del Pdl se dovesse arrivare a sedere sulla poltrona di primo cittadino. “La città ha già scelto cosa vuole in quell’area, speravo che si arrivasse alla scadenza di questa proroga con il porto di Tremestieri ultimato per sostenere tutto il traffico dei mezzi pesanti, così non è stato e dunque l’obiettivo sarà concludere gli interventi nel più breve tempo possibile”. Insomma, per il candidato del centrodestra Tremestieri è l’unica soluzione per liberare la città dalla schiavitù dei tir e solo così alla Rada si potrà immaginare un porticciolo come già in passato è stato ipotizzato.

Tag:

6 commenti

  1. messinarinasci 9 Maggio 2013 14:19

    Un tempo non tanto lontano Messina era il punto di riferimento per l’intera provincia e per parte della vicina Calabria, oggi come ha detto l’On. Grasso viene la tristezza venendoci. Messina era il centro culturale, commerciale, sanitario e politico di un territorio che oggi è frammentato. Gli abitanti della provincia specie della parte nebroidea ormai si sentono distanti e hanno poco a che fare con Messina e chi è qui per studiare appena arriva il venerdi fa le valigie e torna nel proprio paese perchè ormai per fortuna ovunque esistono i servizi basilari per poter vivere bene e Messina non offre niente di più. I politici che in passato hanno avuto un peso nella nostra città vengono tutti dalla provincia (Astone da Raccuja, Gullotti da Ucria, Merlino e D’Alia da Lipari ecc.), dico questo perchè al tempo per fare politica a grandi livelli si veniva a vivere qui mentre oggi il politico della provincia resta in provincia perchè Messina ha perso il suo ruolo di centralità che ha avuto in passato.

    0
    0
  2. se tutto l’appoggio di grande sud e’ Tama’ nella seconda lista e la signora Corrao piu un pugno di candidati nei quartieri ………Garofalo vincemmu sicuru si si !!!

    0
    0
  3. e infatti sono quei politici che ci hanno rovinato, mentre gli abitanti della provincia hanno occupato tutti i posti fissi dati dai loro politici. Questa è stata messina

    0
    0
  4. Capirai…quanti sono a Messina quelli di Grande Sud che appoggiano il candidato di centro destra? Perchè non hanno fatto una loro lista..?

    0
    0
  5. dolcestilnuovo 9 Maggio 2013 21:41

    Interessante! Meno male che è arrivata Bernadette Grasso! Dice di ricordare Messina…. Ci veniva da bambina…. Commovente! Allora, perché per arrivare a piazza Cairoli ha usato il navigatore satellitare? Se Garofalo ha bisogno di una persona che nemmeno conosce la città, per governare, siamo messi davvero male!

    0
    0
  6. mah!!!! è vero che anche gatto silvestro ha fatto una lista che appoggerà il centro destra? :)))

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007