Amam, stop lettura contatori e operatori licenziati: Gioveni chiede chiarimenti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Amam, stop lettura contatori e operatori licenziati: Gioveni chiede chiarimenti

.

Amam, stop lettura contatori e operatori licenziati: Gioveni chiede chiarimenti

. |
giovedì 01 Agosto 2019 - 11:04
Amam, stop lettura contatori e operatori licenziati: Gioveni chiede chiarimenti

Proroga scaduta. Il consigliere comunale invia una nota al presidente dell'Azienda e al sindaco

MESSINA – Quale futuro per il servizio di lettura dei contatori Amam e per i 12 operatori che lo eseguivano? La domanda, il consigliere comunale Libero Gioveni, l’ha girata al presidente dell’Azienda meridionale acque Messina, Salvo Puccio e al sindaco, Cateno De Luca.

PROROGA SCADUTA

“Da oggi – spiega il consigliere – il prezioso servizio (che prevede anche la sostituzione dei contatori) è interrotto per la scadenza della proroga. Si tratta di un servizio necessario – prosegue – per recuperare o regolarizzare le entrate per l’Amam, svolto nel territorio in maniera certosina, professionale e capillare”.

SIT IN DEGLI OPERATORI

Gioveni aggiunge che negli ultimi giorni si sono registrati “sit-in di protesta al Comune da parte dei 12 operatori i quali, essendo adesso in disoccupazione, legittimamente manifestano preoccupazione per il futuro lavorativo.

LA CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

Ad onor del vero – rimarca il consigliere – abbiamo appreso da fonti sindacali che i lavoratori a breve dovrebbero essere reimpiegati grazie ad una clausola di salvaguardia inserita da Amam nel nuovo bando per l’affidamento del servizio. Anche se, a mio avviso, come auspicato nei mesi scorsi in Commissione consiliare alla presenza dei vertici della società, sarebbe opportuno e più conveniente per Amam procedere all’internalizzazione del servizio. Acquisendo, attraverso un bando ad evidenza pubblica, anche queste professionalità che ormai risultano ‘padrone’ del servizio e di tutte le utenze censite e dislocate nel vasto territorio comunale”.

LE RICHIESTE DI GIOVENI

Con la nota diramata questa mattina, Gioveni chiede al presidente dell’Azienda di “chiarire come intenda procedere in merito alla continuità del servizio di lettura dei contatori, alla garanzia dei livelli occupazionali, alla possibilità di internalizzare il servizio. E alla possibilità di procedere, in caso di internalizzazione, ad un bando ad evidenza pubblica, anche attraverso l’ausilio del Centro per l’impiego, che possa tenere in considerazione anche le professionalità acquisite negli anni dagli ormai ex letturisti”.

C. C.

Tag:

Insieme per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione. Ci siamo guadagnati la vostra fiducia lavorando con impegno. Abbiamo fatto qualche errore,ovviamente, ma non abbiamo mai derogato al nostro intento di libertà. Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, maggiori contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria. E‘ un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. rossella falbo 1 Agosto 2019 13:52

    perfetto licenzia chi deve fare le letture e poi manda conguagli anteriori a 3 anni nomostante il divieto della legge di bilancio del2018

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007