Arsenale militare, due bacini sequestrati per inquinamento - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Arsenale militare, due bacini sequestrati per inquinamento

Alessandra Serio

Arsenale militare, due bacini sequestrati per inquinamento

sabato 28 Luglio 2018 - 07:59
Arsenale militare, due bacini sequestrati per inquinamento

Al vaglio le condizioni di sicurezza dei lavoratori. La Capitaneria di Porto ha messo i sigilli ad un bacino galleggiante ed uno in muratura dove si sospetta la presenza di materiale pericoloso. Prelevati alcuni campioni che saranno analizzati.

Blitz della Capitaneria di Porto all'Arsenale Militare di Messina dove gli uomini del Comandante Nazzareno Laganà hanno apposto i sigilli a due aree specifiche, un bacino galleggiante ed un bacino in muratura, entrambi ancora funzionanti e adoperate per i lavori sulle imbarcazioni.

Il provvedimento nasce da indagini in corso, affidate ai sostituto procuratori Francesca Rende e Marco Accolla, ed è servito ad eseguire dei prelievi nell'area. Il materiale andrà ora all'analisi scientifica per valutare in particolare la presenza di sostanze inquinanti o tossiche. Il personale della Capitaneria tornerà nei prossimi giorni anche per la verifica delle condizioni strutturali di entrambi i bacini. L'indagine infatti oltre a verificare i livelli di inquinamento mira a vagliare le condizioni di sicurezza dei lavoratori impegnati.

Sugli accertamenti c'è comunque il massimo riserbo. Nei prossimi giorni dopo i primi risultati gli uomini della Capitaneria si confronteranno con i magistrati per valutare i prossimi passaggi. Il bacino di carenaggio galleggiante era stato inaugurato non più tardi di due anni fa, dopo un decennio di inattività.

Dall'Arsenale fanno sapere che le commesse andranno avanti, e che i livelli di occupazione non sono in pericolo. Il commissario di Vascello Antoine Manna si è messo a disposizione della Capitaneria e dei magistrati e appena avrà notizie più precise è pronto a valutare quali correttivi adottare, per superare le eventuali cricitià che verranno fuori dalle analisi. L'Arsenale ha in corso importanti commesse sia di Ferrovie dello Stato che ovviamente della Marina Militare.

Oggi la magistratura ha "messo un piede nel fortino" per verificare alcuni aspetti importanti.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007