Incidente mortale in autostrada, a giudizio i vertici del Cas - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Incidente mortale in autostrada, a giudizio i vertici del Cas

Alessandra Serio

Incidente mortale in autostrada, a giudizio i vertici del Cas

martedì 24 Novembre 2015 - 20:47
Incidente mortale in autostrada, a giudizio i vertici del Cas

Tre dirigenti del Consorzio saranno processati per la mancata sicurezza sulla Messina - Catania. L'assenza di barriere protettive adeguate sarebbe stata la causa della morte di Giuseppe Rizzo Pinna, vittima di un incidente autonomo nel gennaio 2014.

Sarà il processo a stabilire se i vertici del Cas hanno qualche responsabilità nella morte di Giuseppe Rizzo Pinna, l’ingegnere agrigentino di 69 anni scomparso in un incidente stradale avvenuto sulla A18 il 2 gennaio 2014.

Nel mirino anche stavolta ci sono le condizioni di sicurezza dell’autostrada Catania-Messina. Secondo i consulenti della Procura, infatti, la morte del professionista poteva sicuramente essere evitata se la corsia fosse stata dotata dei new jersey, ossia le barriere protettive di ultima generazione, più sicure dei tradizionali guard rail.

Il Giudice per l’udienza preliminare Maria Teresa Arena ha rinviato a giudizio il barcellonese Gaspare Sceusa, dirigente dell’area tecnica del Consorzio Autostrade, il responsabile di zona Francesco Spitaleri di Roccella Valdemone e il messinese Lelio Frisone, dirigente dei servizi di gestione. Dovranno difendersi dall’accusa di omicidio colposo a partire dal 4 novembre del prossimo anno, davanti al giudice monocratico. Il Cas è stato citato in giudizio quale responsabile civile.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati Valter Militi, Giuseppe Pustorino e Antonino Pillera, mente le parti civili- la moglie e i figli dell’ingegnere, dagli avvocati Bonni Candido ed Elena Florio.

Quel tragico giorno di inizio anno il professionista e la consorte viaggiavano a bordo della loro Suzuky Splash diretti a Messina quando, 8 chilometri prima del casello di Tremestieri, l’auto ha sbandato sfondando il guard rail. L’impatto è stato fatale per il conducente, la moglie è rimasta gravemente ferita.
(Alessandra Serio)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007