Giardini. Il Parco di Naxos diventerà villa comunale, possibile una convenzione con la direttrice Maria Costanza Lentini - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giardini. Il Parco di Naxos diventerà villa comunale, possibile una convenzione con la direttrice Maria Costanza Lentini

Enrico Scandurra

Giardini. Il Parco di Naxos diventerà villa comunale, possibile una convenzione con la direttrice Maria Costanza Lentini

giovedì 14 Aprile 2016 - 13:43
Giardini. Il Parco di Naxos diventerà villa comunale, possibile una convenzione con la direttrice Maria Costanza Lentini

Il sindaco naxiota Nello Lo Turco si è recato nei giorni scorsi a Palermo per discutere della gestione dell'area archeologica. Tra le ipotesi, sperimentate ed approvate dall'assessore ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio, la trasformazione del sito in giardino pubblico dove realizzare spettacoli di intrattenimento.

Parco di Naxos da trasformare in villa comunale, dove realizzare spettacoli di intrattenimento, e “ok” alla piantumazione di vitigni che un tempo producevano un vino tipico della zona. Sono state queste le principali proposte che il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, ha avanzato nel corso dell’incontro avuto con l’assessore ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio, nei giorni scorsi. Richieste che durante l’appuntamento istituzionale sono state pienamente accolte dal componente della Giunta regionale di Rosario Crocetta, che adesso dovrà aspettare l’accordo tra Amministrazione comunale giardinese e direttrice del Parco archeologico, Maria Costanza Lentini. La responsabile del sito dovrà, infatti, discutere nelle prossime settimane con Palazzo dei Naxioti su come gestire l’area, che Lo Turco punta a rendere più accessibile. Tra le ipotesi sperimentate ci sono appunto la trasformazione dell’area in giardino pubblico, dove turisti e residenti potranno entrare gratuitamente versando una quota annuale all’Ente parco a carico del Comune. Oltre all’allestimento di spettacoli, coniugando l’atmosfera antica alla contemporaneità, e alla coltivazione di un vitigno dal quale il primo cittadino vorrebbe far nascere il cosiddetto “Vino di Naxos”. Un prodotto da etichettare e che dovrebbe mettere in mostra nel Mondo il mito della prima colonia greca in Sicilia.

Enrico Scandurra

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x