Amata: "Su teatro Picciolo non pontifichi". La replica: "No al pensiero unico" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Amata: “Su teatro Picciolo non pontifichi”. La replica: “No al pensiero unico”

Amata: “Su teatro Picciolo non pontifichi”. La replica: “No al pensiero unico”

mercoledì 08 Agosto 2018 - 14:44
Amata: “Su teatro Picciolo non pontifichi”. La replica: “No al pensiero unico”

Botta e risposta tra la deputata regionale di Fratelli d'Italia e il leader di Sicilia Futura. Intanto oggi il sindaco ha revocato la nomina di Enzo Caruso quale presidente del Teatro, così come annunciato ieri.

Botta e risposta tra il segretario regionale di Sicilia Futura Beppe Picciolo e la deputata regionale di Fratelli d’Italia Elvira Amata (fino a pochi anni fa colleghi di partiti) sulla vicenda Teatro Vittorio Emanuele.

Ieri il sindaco De Luca, a conclusione del vertice con l’assessore regionale Pappalardo, ha ritirato le nomine fatte nei giorni scorsi aprendo le porte al commissariamento e annunciando che, se entro dicembre la Regione non varerà un Piano di rilancio per il Teatro, il Comune sarà pronto all’autogestione e non concederà più l’uso dell’immobile.

Tema del contendere la designazione del Presidente del Vittorio Emanuele che con una norma di fine luglio l’assessore Pappalardo ha avocato a sé rispetto al passato, quando l’indicazione spettava al sindaco di Messina.

La posizione di De Luca ha avuto il sostegno di Picciolo che ha invitato la Regione, se vuol fare l’assopigliattutto a mettere soldi e puntare al rilancio

La stilettata all’assessore Pappalardo (in quota Fratelli d’Italia) non è piaciuta alla deputata Elvira Amata che ha ricordato a Picciolo i suoi trascorsi a sostegno dell’ex governatore Crocetta che di certo non ha brillato per interventisimo a favore del Teatro.

Nei cinque anni di Governo Crocetta nulla è stato fatto per sostenere il Teatro Vittorio Emanuele– scrive la Amata– al contrario sono stati ridotti i budget destinati all’ente e nonostante numerose sfilate e promesse nessun atto concreto ha contribuito alla sua sostenibilità. Dai giorni successivi al proprio insediamento, l’assessore al turismo e spettacolo Sandro Pappalardo, invece, da me sollecitato in materia, ha dimostrato di avere già da subito un quadro chiarissimo circa la situazione del Teatro, nonché un piano d’azione preciso da mettere in atto e delle risposte immediate da dare. In qualche mese si è fatto quanto in cinque anni del precedente Governo non si era neanche immaginato. Un Governo retto proprio da Sicilia Futura tra l’altro”. La deputata evidenzia come l’assessore Pappalardo ha sbloccato i finanziamenti 2015 e 2016, aumentato il contributo regionale (che invece in era Crocetta era stato ridotto) e nell’ultima legge di bilancio ha inserito una norma (su proposta della deputazione messinese) che consente anche al Vittorio Emanuele l’accesso al fondo di rotazione.

A fronte di azioni simili realizzate in una manciata di mesi, non mi aspetto certo che chi ha difeso e sostenuto il governo dell’immobilismo salga in cattedra a pontificare”, conclude la Amata

Puntuale la contro replica di Picciolo che ribadisce il sostegno al sindaco De Luca qualora decidesse di passare alla “rivolta” e quindi ad una gestione comunale del Teatro.

Vorrei ribadire a qualche Deputato che possa essersi “punto” per il mio sostegno pieno alla iniziativa del Sindaco De Luca di poter, in futuro, anche gestire a livello comunale il Teatro Vittorio che Sicilia Futura non hai mai fatto sconti a nessun esponente del Governo Crocetta nella precedente legislatura quando non ne condivideva la linea di azione ; che chi può permettersi anche il lusso di “pontificare” …lo può fare perché Sicilia Futura ha dimostrato sul campo quanto ha fatto, dalla sua costituzione, per la Regione e per Messina tramite il proprio Assessore tecnico Maurizio Croce ed i cui effetti si iniziano a vedere adesso.Da Segretario Regionale di un Movimento che ha dimostrato capacità di ascolto e dialogo con l’attuale Governo sui temi importanti non intendo aderire al “ pensiero unico “ a tutti i costi perché gli ricorda tempi molto bui per il nostro paese! Siamo e saremo sempre liberi di esprimere il nostro pensiero pro o contro una scelta o un atto di Governo e se la centralizzazione delle nomine dei vertici di Enti partecipati quali i Teatri regionali la riteniamo una scelta sbagliata…senza “pontificare” semplicemente lo diciamo e lo diremo in piena libertà !

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. un dipendente 8 Agosto 2018 16:32

    Vorrei fare notare che la norma è stata inserita nella finanziaria 2017 quindi governo Crocetta. Ma il deputato Picciolo e la deputazione messinese se la ritenevano sbagliata perché l’hanno votata…. Non ho parole per ció che viene affermato da un deputato che dovrebbe essere attento e difendere il territorio nel quale si è candidato ed è stato eletto. Il suo intervento si commenta da sé.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007