Carnevale di Taormina, sequestrati due carri allegorici: l'amaro epilogo della festa sul Corso

Carnevale di Taormina, sequestrati due carri allegorici: l’amaro epilogo della festa sul Corso

Carmelo Caspanello

Carnevale di Taormina, sequestrati due carri allegorici: l’amaro epilogo della festa sul Corso

lunedì 12 Febbraio 2024 - 09:11

La Polizia locale ha contestato la mancata immatricolazione e la mancata copertura assicurativa dei mezzi. Incertezze sulla sfilata di martedì. L'amarezza dei carristi

Taormina – La domenica di Carnevale a Taormina si è trasformata in un evento travagliato, culminando in un clamoroso finale sul Corso Umberto, il salottino della Capitale siciliana del turismo. I festeggiamenti sono stati segnati dalla multa e dal sequestro di due carri allegorici ad opera della Polizia locale, che ha scatenato un’ondata di polemiche e incertezze per il futuro della manifestazione.

La Polizia locale ha motivato la decisione con la necessità di preservare l’ordine pubblico e la sicurezza dei partecipanti, evidenziando il pericolo rappresentato dalla circolazione di mezzi non autorizzati su strade pubbliche. E’ stata contestata la mancata immatricolazione e la mancata copertura assicurativa. I carristi, dal canto loro si difendono sostenendo di aver seguito le istruzioni fornite e di non aver mai messo a rischio la sicurezza di nessuno. La polemica si infiamma.

La decisione della Polizia locale di multare e sequestrare i due carri è stata motivata dalla violazione delle normative sulla circolazione stradale e dalla necessità di preservare l’ordine pubblico. Dopo la sfilata lungo il Corso, i mezzi sono stati fermati di fronte al municipio, dove ha avuto luogo la notificata della contravvenzione e sono stati sequestrati.

Le autorità contestano ai carristi, nello specifico, di essersi mossi dal Parcheggio Lumbi (luogo di inizio del trasferimento) autonomamente sulla pubblica via, senza attendere la scorta degli agenti di Polizia locale, mettendo a rischio l’incolumità dei partecipanti. E’ stato evidenziato il pericolo rappresentato dal posizionamento dei carri in una curva a gomito e l’importanza di un intervento tempestivo per evitare incidenti.

I carri posti sotto sequestro sono due, ai quali si aggiunge un terzo sanzionato per la targa non visibile. L’incertezza ora regna sovrana riguardo alla prossima sfilata prevista per martedì 13 febbraio sempre nel centro di Taormina. Sebbene si richiederà ai carristi di regolarizzare la situazione evidenziata dalla Polizia locale, resta da vedere quanto tempo sarà necessario per risolvere la questione. Tra i partecipanti alla sfilata, regna l’amarezza per l’accaduto. Un episodio senza precedenti nella storia del Carnevale di Taormina.

2 commenti

  1. I controlli sulla sicurezza inerenti a manifestazioni si fanno prima , durante e dopo😤….come mai non sono stati verificati prima i mezzi suddetti????Come mai sono stati fermati SOLTANTO dopo essere giunti davanti al municipio 🤔????Andavano fermati prima viste le irregolarità riscontrate …..non vorrei abbiano pensato all’ ultimo minuto a una mal riuscita “rappresentazione carnevalesca”🙄!!!!

    4
    4
  2. È uno scherzo ? O è carnevale?

    3
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007