Chiusura centro vaccinale di Nizza, "si trovino locali alternativi per eliminare i disagi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Chiusura centro vaccinale di Nizza, “si trovino locali alternativi per eliminare i disagi”

Carmelo Caspanello

Chiusura centro vaccinale di Nizza, “si trovino locali alternativi per eliminare i disagi”

mercoledì 13 Febbraio 2019 - 11:59

I consiglieri Vega, Gregorio e Foscolo hanno presentato una interrogazione al sindaco e al presidente del Consiglio facendo proprie le istanze degli utenti

NIZZA – La chiusura provvisoria del centro vaccinale di via Comandante Todaro, a Nizza di Sicilia, per le precarie condizioni generali della struttura, diventa un caso politico. I consiglieri di minoranza Giovanni Vega, Carlo Gregorio e Nella Foscolo, facendo propri i disagi e le istanze dei cittadini, hanno indirizzato una interrogazione al sindaco, Pietro Briguglio e al presidente del Consiglio comunale. Un paio di anni addietro era stato chiuso anche il centro di Roccalumera, per inagibilità dei locali.

Dall’1 febbraio, i bambini possono essere vaccinati solo a Itala e Furci Siculo. “Nell’avviso affisso alla porta della struttura sanitaria, firmato dal dirigente medico Antonino Franciò – spiegano i consiglieri di Nizza – viene comunicato che si tratterà di una chiusura temporanea e che le vaccinazioni saranno così distribuite: la popolazione di Roccalumera, Furci, Mandanici e Pagliara presso la sede di Furci, in via Milano; la popolazione di Nizza, Fiumedinisi, Alì, Alì Terme, Scaletta Zanclea e Itala, presso la sede di Itala. A Nizza rimane invece aperta la guardia medica, ospitata in una stanza attigua a quello che era il centro vaccinale”.

Vega, Gregorio e Foscolo ritengono che “tale situazione provochi non pochi disagli agli utenti che fruiscono del centro vaccinale Asp di Nizza, al punto da non escludere la possibilità che durante il periodo di chiusura temporanea vengano effettuati alcuni degli interventi richiesti a gran voce dagli utenti.

Nella tutela e negli interessi dei cittadini – aggiungono – chiediamo innanzitutto se l’Amministrazione ha previsto una eventuale soluzione alternativa alla scelta di distribuire le vaccinazioni ad Itala. E se è stato individuato a Nizza di Sicilia un locale idoneo ad accogliere, in via temporanea, la distribuzione vaccinale, in modo da evitare agli utenti disagi e difficoltà”. Gli esponenti dell’opposizione hanno altresì chiesto risposta scritta e che l’argomento venga inserito all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x