"Io ci sono", il coraggio di una donna che non si è mai arresa. IL VIDEO - Tempostretto

“Io ci sono”, il coraggio di una donna che non si è mai arresa. IL VIDEO

Veronica Crocitti

“Io ci sono”, il coraggio di una donna che non si è mai arresa. IL VIDEO

martedì 27 Gennaio 2015 - 23:08

La vita dell’avvocato Lucia Annibali, il cui volto è stato sfregiato dall’acido il 16 aprile 2013, racchiusa nel libro “Io ci sono”, presentato stamattina nella Sala Fasola dinnanzi agli alunni dell’Istituto Minutoli di Messina.

Tendo un po’ a rimuovere quello che ho vissuto, quella sensazione, per anni, di essere in catene, prigioniera. Per chi ha sofferto tanto come me, vedere un amore felice è un emozione enorme. Io vi auguro questo, che nella vostra vita possano esserci solo amori felici”.

Sguardo attento, parola sicura, occhi di coraggio mentre parlava dinnanzi agli alunni dell’Istituto Minutoli e presentava, in una gremita Sala Fasola, il suo libro “Io ci sono”. Lucia Annibali, avvocato di 37 anni, è la testimonianza vivente di una Donna che non si è arresa all’atto crudele di un “amore” vile, violento, malato. Un atto che, quel giorno del 16 aprile 2013, ha cambiato il suo volto, la sua vita, tutto il suo futuro. E lei, avvolta in un lungo cappottino grigio, ha raccontato questo ai ragazzi ed alle ragazze che seguivano con attenzione ogni sua parola, rivolgendo domande e riflettendo sul valore della parola “amore”.

Una mattinata intensa quella organizzata dal Preside dell’Istituto Piero La Tona e dalla prof.ssa Pina Lupo, una mattinata che si è susseguita tra cortometraggi realizzati dagli alunni, poesie, canzoni rap appositamente create per l’occasione e video-testimonianze contro ogni forma di violenza. Era emozionata, Lucia, quando sullo schermo sono passate le immagini del video “Il coraggio di ricominciare”, la storia di un amore liceale ossessivo e violento che si evolve in una denuncia aperta da parte della ragazza vittima, stufa di sottostare alla gelosia, ai pugni ed ai calci del suo compagno. Una ragazza che si ribella e che, nella ribellione, piano piano, trova un nuovo amore, dolce, puro, felice. “E’ un video che regala speranza e mi emoziona, dopo quanto ho sofferto, vedere che l’amore felice esiste”, ha risposto Lucia ad una delle tante domande che i ragazzi le hanno rivolto.

Si è parlato di tutto, dalla cronaca nera, alle denunce di violenze subite, al sentimento del “perdono”, alla conferma della condanna a Luca Varani. La storia di Lucia Annibali, l’avvocato di Urbino il cui volto è stato sfregiato dall’acido il 16 aprile 2013, in un atto di puro odio commissionato dal suo ex compagno Luca Varani, adesso è racchiusa in un libro. Si intitola “Io ci sono” ed è stato stilato insieme alla giornalista Giusi Fasano. Un titolo forte, quasi a voler rimarcare che Lucia c’è, come prima, ed anzi ancor più forte e determinata di prima. Lucia oggi sorride, tranquilla, mentre il suo ex Luca Varani, riconosciuto colpevole di tentato omicidio, lesioni gravissime e stalking, si prepara a scontare la sua pena. Riguardo alla condanna di 20 anni, confermata proprio tre giorni fa dalla Corte di Appello di Ancora, lei commenta che “non potrà mai essere equa riguardo a ciò che mi porterò, dentro e fuori, per tutta la vita. Però questo dà un profondo senso di giustizia, di serenità e di pace”. (Veronica Crocitti)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007