Emergenza sangue a Messina, l’Avis: venite a donare - Tempostretto

Emergenza sangue a Messina, l’Avis: venite a donare

Emergenza sangue a Messina, l’Avis: venite a donare

venerdì 24 Luglio 2015 - 12:39

La mancanza di autonomia trasfusionale è allarmante , anche perché l’esigenza di sangue riguarda, oltre alle emergenze, chi vive grazie alle trasfusioni e i pazienti colpiti da particolari patologie

Oggi viviamo una emergenza drammatica in materia di donazione del sangue a Messina. Qui occorre cambiare cultura e mentalità. Ogni realtà deve essere autosufficiente, altrimenti la situazione diventa insostenibile. Mancano 600 sacche di sangue al mese e 7500 annuali. Sono compromessi gli interventi programmati a livello ospedaliero”. A lanciate l’allarme è stato questa mattina il presidente dell’Avis, Francesco Previte, nel corso della Conferenza dei servizi che si è tenuta nell’Aula Consiliare di Palazzo Zanca.

All’icontro sono intervenuti la presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, il professore Andrea Alonci, direttore del Centro trasfusionale del Policlinico di Messina, e la dottoressa Ada Maria Gambadauro, direttrice facente funzioni dell’ospedale Papardo, oltre a diversi componenti delle associazioni di talassemici (Aster, con Tony Saccà, e Fanciulli Microcitemici).

Il quadro drammatico dipinto da Previte è stato confermato dai direttori dei Centri trasfusionali di Policlinico e Piemonte, mentre la presidente Barrile ha assicurato che coinvolgerà in questa campagna di sensibilizzazione il Consiglio comunale. Un appello a trovare insieme delle soluzioni è stato rivolto al sindaco di Messina, il quale era stato invitato alla Conferenza, ai media e a tutte le realtà istituzionali.

“Ma la prima responsabilità è quella dei singoli, dei cittadini, che spesso non si rendono conto dei rischi ai quali si va incontro”, ha aggiunto Previte.

La mancanza di autonomia trasfusionale è allarmante , anche perché l’esigenza di sangue riguarda, oltre alle emergenze, chi vive grazie alle trasfusioni e i pazienti colpiti da particolari patologie.

"L'aumento delle donazioni garantirebbe un'azione tempestiva in momenti di crisi, senza dover dipendere dai Centri trasfusionali di altre città.

Anche quest'anno l’Avis garantisce l’apertura in agosto della sede in via Ghibellina n. 150, dal lunedì al sabato, ogni mattina dalle 7,00 alle 11,00, e l'apertura degli uffici anche la prima domenica di ogni mese. “Invitiamo a donare il sangue in tutte le sedi di Messina e provincia, nella convinzione che, oggi, ogni singola provincia deve essere autonoma e non più dipendere dalle altre. Nella nostra città invece, importiamo circa cinquemila sacche di sangue e il dato aumenta se consideriamo anche la provincia. Così non va”, ha concluso ancora il presidente Previte.

La speranza è che dopo la Conferenza dei servizi odierna si inverta la rotta e si programmino nuove strategie a favore della donazione.

Per infomazioni: Avis Comunale di Messina in Via Ghibellina, n. 150/i, tel. +39.090.674521, fax: +39.090.6411569, e-mail: info@avismessina.org, www.avismessina.org.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007