Rfi e Anas: "Prima o poi il Ponte va fatto". Delrio fa la solita "melina" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rfi e Anas: “Prima o poi il Ponte va fatto”. Delrio fa la solita “melina”

Rfi e Anas: “Prima o poi il Ponte va fatto”. Delrio fa la solita “melina”

venerdì 02 Febbraio 2018 - 09:08
Rfi e Anas: “Prima o poi il Ponte va fatto”. Delrio fa la solita “melina”

Si parla ancora di soluzioni allo studio mentre c'è un progetto definitivo già approvato. Il ministro Delrio promette il finanziamento, se il Pd sarà ancora al governo

'Un collegamento infrastrutturale stabile tra la Sicilia e la Calabria prima o poi dovra' essere realizzato. Un ponte o un'altra soluzione tecnica'. Con molta prudenza, sia l'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, che quello dell'Anas, Gianni Vittorio Armani, hanno detto che prima o poi la "grande opera sullo Stretto" s'ha da fare.

"L'attraversamento tra Calabria e Sicilia – ha detto Gentile – e' sul corridoio europeo Scandinavia-Mediterraneo; da gestore dell'infrastruttura ferroviaria dico che un collegamento stabile è una scelta su cui ci si dovrebbe posizionare in termini positivi. Non necessariamente con un ponte, pero': esistono soluzioni alternative, sono allo studio le soluzioni costi-benefici migliori".

Piu' netto Armani: "In Sicilia vivono circa 1/10 degli italiani e un numero di abitanti pari a tutta la Danimarca: una qualche forma di connessione va pensata".

"Quando sono diventato ministro, il 1 aprile 2015 – ha detto Delrio – dopo due giorni e' crollato il viadotto Himera in Sicilia, per una frana vecchia di 15 anni. La priorità era e purtroppo è ancora la manutenzione delle, infrastrutture esistenti e il miglioramento del trasporto quotidiano, specie nelle citta' e intorno alle città. Ma i corridoi europei vanno fatti, i valichi e anche la Napoli-Palermo. In questo contesto e' in corso uno studio di fattibilità sull'ipotesi di attraversamento stabile dello Stretto e su quale ipotesi. Se saremo ancora al governo faremo un dibattito pubblico e poi metteremo i circa 4 miliardi di euro che servono per farlo, scegliendo la soluzione costi-benefici migliore". Aro (RADIOCOR)

Tag:

3 commenti

  1. MessineseIncallito 2 Febbraio 2018 12:17

    …e i giornali gli danno manforte pubblicando tutto…

    0
    0
  2. letterio.colloca 2 Febbraio 2018 14:08

    “ogni 40 giorni ai CORNUTI prudono le corna” (antico detto messinese!

    0
    0
  3. DEL(I)RIO STAMATTINA HA SENTITO UNA BELLA CANZONE ANTICA CHE PIU’ O MENO DICE IL PONTE DI MESSINA FA DIN DI DON E LE VOTAZIONI FAN DON DA E LA MADONNINA QUALCHE GRAZIA FA. ‘A DELIRIO ‘E MO STA ZITTO NON PENSARE CIO’ CHE TI HANNO DETTO DEI MESSINESI CHIARO? DEL(I)RIO SE HAI DIGNITA’ POTEVI STARE ZITTO. ANCHE SE SEI POLITICO QUESTA MINCHIATA LA POTEVI RISPARMIARE MA TOGLIERE DALLE BAL……

    0
    0

Rispondi a letterio.colloca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x