Salva-Messina, vicino l’accordo tra consiglieri e sindaco. Incognita M5S e Pd - Tempostretto

Salva-Messina, vicino l’accordo tra consiglieri e sindaco. Incognita M5S e Pd

Danila La Torre

Salva-Messina, vicino l’accordo tra consiglieri e sindaco. Incognita M5S e Pd

venerdì 12 Ottobre 2018 - 15:19
Salva-Messina, vicino l’accordo tra consiglieri e sindaco. Incognita M5S e Pd

Nuovo confronto in conferenza capigruppo. I consiglieri hanno avanzato alcune richieste e da parte del sindaco è arrivata la massima disponibilità. Assenti Partito democratico e Movimento Cinque Stelle

Sono ore di intenso lavoro per il sindaco Cateno De Luca, che sta ultimando la delibera sul “Salva Messina”, e per i consiglieri comunali, che vogliono approfondire ogni aspetto del pacchetto di misure elaborato dall’amministrazione per far quadre i conti e scongiurare il dissesto.

Nel corso della conferenza dei capigruppo, che si è svolta questa mattina in Sala Giunta, il primo cittadino si è impegnato ad inviare a tutti i consiglieri l’atto definitivo entro domani mattina. Il provvedimento, che arriverà in Consiglio comunale lunedì prossimo e non avrà alcun effetto concreto nell’immediato (vedi qui), verrà messo a punto tenendo conto anche delle richieste fatte dai rappresentanti dei vari gruppi consiliari. Nel corso della riunione odierna infatti i consiglieri hanno posto alcuni paletti, soprattutto per quanto riguarda gli annunciati tagli.

In merito ai servizi sociali , gli esponenti del Civico Consesso chiedono al sindaco di prevedere tagli orizzontali e non verticali, diminuendo cioè le ore di lavoro senza toccare i livelli occupazionali. Altra soluzione prposta è il ricorso agli ammortizzatori sociali a rotazione. Per quanto riguarda poi la riorganizzazione delle società partecipate, i consiglieri comunali sollecitano il sindaco a procedere, ove necessario, alla mobilità tra le aziende evitando la dichiarazione di esuberi. Il consigliere di Sicilia Futura, nonché vice-presidente del Consiglio comunale, Nino Interdonato ha messo sul piatto altre due proposte: la prima riguarda le dimissioni del patrimonio comunale e l’altra prevede un correttivo al baratto amministrativo, che è già tra le misure del “Salva Messina”. A proposito dell’alienazione dei beni, Interdonato ritiene che potrebbe risultare una misura efficace mettere in vendita edifici di pregio del Comune di Messina; per quanta riguarda il baratto amministrativo (agevolazioni tributarie per i cittadini che rendono un servizio in favore della collettività per conto del Comune) , Interdonato chiede al sindaco di prevedere forme di baratto amministrativo indirizzate ad esempio anche ai disabili o a chi non è nelle condizioni di rendere servizi ma va comunque aiutato perché non ha le possibilità economiche per pagare i tributi locali.

La conferenza dei capigruppo di stamattina si è svolta in un clima sereno e di massima collaborazione, e l’accordo tra sindaco e consiglieri comunale sembra vicino. C’è tuttavia da sottolineare l’assenza all’incontro di Pd e Movimento Cinque Stelle.

«Gaetano GENNARO– spiega De Luca sulla sua pagina Facebook – aveva già anticipato la sua non disponibilità per motivi professionali e i Cinque stelle si riuniranno nel week and con la deputazione regionale e nazionale».

Alla riuinione era presente Claudio Cardile, ma nella sua veste di presidente del Consiglio Comunale. Tra l'altro Cardile è stato apertamente crticato dai colleghi di gruppo Gaetano Gennaro, Antonella Russo e Felice Calabrò durante una seduta di Consiglio comunale (vedi qui).

Partito democratico e Movimento Cinque Stelle sono i due gruppi consiliari che al momento sembrano avere maggiori dubbi sul “Salva-Messina” e la loro assenza, seppur ‘giustificata’ , è un chiaro segnale di distanza. Forse solo momentanea, ma non è detto.

Le prossime ore saranno quindi decisive, anche perché la versione definitiva del pacchetto di interventi con cui la giunta De Luca vorrebbe risanare i conti di Palazzo Zanca dovrebbe sciogliere i dubbi e far assumere a tutti una posizione chiara.

DLT

Tag:

2 commenti

  1. Sindaco puoi fare quello che vuoi non ti faranno dimettere x i prossimi 5 anni

    0
    0
  2. Io proporrei l’approvazione anticipata da parte del Consiglio del “Salva Messina” a scatola chiusa, non comprendo le motivazioni per cui del tempo prezioso (anche solo nel leggerlo), potrebbero dedicarsi alla cura fisica e mentale della propria persona, fare una passeggiata rilassante, un po di sport, impegnarsi maggiormente nei propri hobbies, aiutare i figli a fare i compiti….. tanto o lo approvano così come è stato concepito o il Sindaco si dimette

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007