Coronavirus e rifiuti. Il sindaco di Furci: "Chi è in quarantena o positivo non deve differenziare" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus e rifiuti. Il sindaco di Furci: “Chi è in quarantena o positivo non deve differenziare”

Carmelo Caspanello

Coronavirus e rifiuti. Il sindaco di Furci: “Chi è in quarantena o positivo non deve differenziare”

mercoledì 18 Marzo 2020 - 17:36
Coronavirus e rifiuti. Il sindaco di Furci: “Chi è in quarantena o positivo non deve differenziare”

Ecco come comportarsi

FURCI SICULO – “In caso di positività al tampone o nel caso in cui si osservi la quarantena non si devono differenziare più i rifiuti domestici”. Lo ha ribadito il sindaco di Furci, Matteo Francilia, il quale ha spiegato che “si devono depositare nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata, se possibile a pedale, tutti i rifiuti di plastica, vetro, carta, umido, metallo, inclusi fazzoletti, mascherine, guanti e salviette monouso, senza schiacciarli, utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo e non far accedere gli animali da compagnia nel locale in cui sono presenti i rifiuti”.

Una volta chiusi i sacchetti, i guanti vanno deposti nei nuovi sacchetti preparati per l’indifferenziata (si ricorda sempre due o tre sacchetti possibilmente resistenti, uno all’interno dell’altro). Occorre quindi lavare subito le mani e far smaltire i rifiuti ogni giorno come un normale sacchetto dell’indifferenziata.

Chi non è positivo e non è in quarantena, dovrà continuare con la raccolta differenziata con le consuete modalità. In caso di raffreddore, mascherine, guanti e fazzoletti di carta, vanno buttati nell’indifferenziata.

Per i rifiuti indifferenziati utilizzare due o tre sacchetti all’interno del contenitore abitualmente utilizzato, chiudere bene quello utilizzato e smaltirlo normalmente.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007