Covid Sicilia. Contagi in lieve rialzo dopo 5 settimane, ma non a Messina - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid Sicilia. Contagi in lieve rialzo dopo 5 settimane, ma non a Messina

Marco Ipsale

Covid Sicilia. Contagi in lieve rialzo dopo 5 settimane, ma non a Messina

lunedì 01 Marzo 2021 - 08:22
Covid Sicilia. Contagi in lieve rialzo dopo 5 settimane, ma non a Messina

Aumento di nuovi casi rispetto alla settimana precedente, anche se restano bassi. Messina ancora in calo. Vittime in lieve discesa ma diminuiscono anche i guariti

3.246 nuovi contagi dal 15 al 21 febbraio, 3.568 dal 22 al 28 febbraio. Sono in lieve aumento i nuovi casi di coronavirus in Sicilia, dopo cinque settimane consecutive di calo. Ma restano su valori molto bassi. Ad esempio il picco minimo di dicembre era stato di 5.087 (dal 21 al 27), quello massimo di 12.674 (dall’11 al 17 gennaio).

La percentuale di positivi rispetto ai tamponi

Anche la percentuale di positivi rispetto ai tamponi molecolari è risalita: la scorsa settimana una media del 5.4 %, in quella appena trascorsa del 6.1 %. Il picco minimo il 19 febbraio al 4.8 %, il massimo il 10 gennaio al 19.8 %.

I dati provinciali

Nuovi casi in rialzo in 7 province su 9. In discesa solo a Messina (da 340 a 297, da una media di 49 a una di 42 al giorno) e Trapani (da 104 a 86). Nella settimana dall’11 al 17 gennaio, a Messina c’erano stati 2185 casi, a Trapani 1076.

Palermo passa da 1352 a 1531 casi, Catania da 662 a 702, Siracusa da 279 a 304, Ragusa da 100 a 147, Caltanissetta da 189 a 198, Agrigento da 148 a 203, Enna da 72 a 100. Catania e Palermo contano il 62.6 % dei casi settimanali.

Si resta comunque sempre lontani dai dati della settimana dall’11 al 17 gennaio: Palermo era a 3278, Catania 3423, Siracusa 1190, Ragusa 263, Caltanissetta 633, Agrigento 386, Enna 240.

Da inizio pandemia si sono registrati 152.558 casi, di cui 43.799 a Palermo, 41.746 a Catania, 19.841 a Messina, 10.631 a Trapani, 10.607 a Siracusa, 8.391 a Ragusa, 6.980 a Caltanissetta, 6.141 ad Agrigento, 4.422 a Enna. Catania e Palermo contano il 56 % dei casi totali (e hanno il 47 % della popolazione regionale), percentuale che sale al 69 % se si aggiunge Messina (le tre province hanno il 60 % della popolazione regionale).

Gli attuali positivi e i guariti

Il numero di attuali positivi è in calo per la quarta settimana consecutiva ma in misura minore rispetto alla settimana precedente. Dal 4 al 10 gennaio erano stati 5.915 in più, dall’11 al 17 gennaio 4.919 in più, dal 18 al 24 gennaio 1.229 in più, dal 25 al 31 gennaio 5.365 in meno, dal 1 al 7 febbraio 3.280 in meno, dall’8 al 14 febbraio 4.143 in meno, dal 15 al 21 febbraio 5.686 in meno, dal 22 al 28 febbraio 3.198 in meno. Gli attuali positivi sono 25.982. Il 24 gennaio erano 47.564, quasi il doppio.

Dopo tre settimane di aumento, il numero dei guariti è in calo per la terza settimana consecutiva: da 11.464 a 8.527 a 8.167 a 6.627.

Ricoveri in calo per la quinta settimana consecutiva

Ricoveri in calo per la quinta settimana consecutiva, dopo quattro settimane di aumento. Nelle ultime otto settimane il dato segna +110, +128, +157, +9, -106, -127, -168, -184 e, nell’ultima, -121. Ora sono 725.

In rianimazione, cinque settimane fa il dato era andato in pareggio, nella settimana dal 18 al 24 gennaio aveva segnato un +19, in quella dal 25 al 31 gennaio -23, in quella dal 1 al 7 febbraio -26, in quella dall’8 al 14 febbraio -13, in quella dal 15 al 21 febbraio -22, nell’ultima -10. Gli attuali ricoverati in rianimazione sono 133, per un totale di 858.

Ricoveri in calo anche a Messina: il 21 febbraio erano 146, ora 124. Stabile il numero di persone in rianimazione. Il picco era stato toccato il 27 gennaio con 38 ricoveri gravi. Il 7 febbraio erano 26, il 14 febbraio 25, il 21 febbraio 16, ora 17.

Vittime in calo

Aumento di vittime in calo per la quarta settimana consecutiva. Da 143 nella settimana dal 21 al 27 dicembre, si era passati a 196, 234 e 261, il calo fino a 237 nella settimana dal 18 al 24 gennaio, la risalita a 252 in quella dal 25 al 31 gennaio, 204 in quella dal 1 al 7 febbraio, 166 in quella dall’8 al 14 febbraio, 151 in quella dal 15 al 21 febbraio, 139 in quella appena trascorsa, cioè al di sotto del dato di dicembre. La media giornaliera delle ultime settimane: 20, 28, 33, 37, 33, 36, 29, 24, 22, 20.

A Messina 10 vittime su 139 (in 4 giorni, mentre negli altri 3 giorni non ce ne sono state), la settimana scorsa erano state 14 su 151. In quelle precedenti 18 su 166, 28 su 204, 37 su 252, 32 su 237, 36 su 261, 21 su 234, 15 su 196, 12 su 143.

Il totale regionale delle vittime, da inizio pandemia, è di 4.138, di cui 392 in provincia di Messina, 59 durante la prima ondata e 333 durante la seconda.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Messina segna un + nei ricoveri in terapia intensiva, almeno negli ultimi 3 giorni consecutivamente, e questo dato non deve far pensare bene. Così come il rallentamento della riduzione dei casi, quotidiani e settimanali; l’inversione è dietro l’angolo, noi siamo stati avvantaggiati dalle contestatissime, ma utilissime, restrizioni comunali, che piaccia o meno. E, che piaccia o meno volerlo ammettere, i nostri comportamenti distruggeranno tutto, perché in pochissimi rispettano davvero le regole.

    5
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x