Cristo Re, "terra di nessuno tra botti e auto fracassone"

Cristo Re, “terra di nessuno tra botti e auto fracassone”

Segnalazione WhatsApp

Cristo Re, “terra di nessuno tra botti e auto fracassone”

mercoledì 19 Giugno 2024 - 08:16

Appello di un lettore che chiede maggiori controlli nella zona di Cristo Re

MESSINA – Segnalazione WhatsApp al 366.8726275:

“Spett.le Redazione,

da vostro quotidiano lettore, ho potuto apprezzare l’attenzione mostrata verso le segnalazioni che da parte di comuni cittadini giungono spesso al Vs. giornale.

A questo proposito vorrei evidenziare la becera usanza che, in aggiunta ai fuochi d’artificio di mezzanotte divenuti ormai indesiderata “tradizione”, tormenta, senza che nessuna autorità muova un dito, noi abitanti della zona compresa tra la via Sant’Agostino e Cristo Re. Mi riferisco al quotidiano corteo di auto che puntualmente a partire dalla tarda serata e fino a notte fonda, transita con la musica a volume talmente alto da far tremare i vetri delle finestre. Ora, tralasciando la qualità della musica ascoltata per la quale sarebbe da imporre a tali soggetti l’ascolto coattivo h24 di Pink Floyd, Dire Straits o anche semplicemente di cantautori italiani, è troppo chiedere a chi di dovere un maggiore controllo di una zona tutto sommato limitata divenuta terra di nessuno, per ripristinare un minimo di civiltà?

RingraziandoVi per l’attenzione e con la speranza di una Vostra intermediazione, porgo cordiali saluti.

Nell’attesa……..musica e fuoco alle polveri!

Alberto Tomasello

4 commenti

  1. Bruno Pellizzeri 19 Giugno 2024 16:32

    Condivido appieno la segnalazione, soprattutto i consigli musicali. Noi abitando a Montalto viviamo la stessa situazione, forse più acutizzata. Tutte le sere ormai da tanti, troppi mesi. Non se ne può più.

    12
    0
  2. Cristo Re è un Mausoleo. Un sacrario al cui all’interno sono custoditi i resti di soldati ed altro. Non è un luogo di distrazione e divertimento, come ad esempio la riviera. Cristo Re deve essere un luogo per ammirare il panorama, ma anche di riflessione e rispetto. Non si può sparare musica ad alto volume, men che meno sparare mortaretti.

    8
    0
  3. Ordinanze che non vengono rispettate e che non fanno rispettare visto che i controlli sul territorio sono ZERO ….ora c è persino la terrificante usanza dei botti anche nei funerali😱……io non lo so che hanno in testa 😖😤😡 .

    4
    0
  4. Forse se vi abbandonaste una barca il comandante vi farebbe una visita.
    Magari in alta uniforme e con telecamere al seguito.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Premi qui per commentare
o leggere i commenti
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007