Da Reggio al Museo di Locri, un viaggio nell'arte e nella storia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Da Reggio al Museo di Locri, un viaggio nell’arte e nella storia

elisabetta marciano

Da Reggio al Museo di Locri, un viaggio nell’arte e nella storia

domenica 28 Novembre 2021 - 09:48

"Il progetto “I Martedì dell’Arte”, nasce per dare vita a incontri – dibattito che mettano in stretta relazione il patrimonio culturale e il pubblico"

Il progetto “I Martedì dell’Arte”, appuntamento itinerante nella città
metropolitana di Reggio Calabria curata dall’Associazione Ulysses con la collaborazione di storici e critici d’arte, conservatori e studiosi di varie discipline approda anche a Locri. Lo scorso martedì, infatti, Palazzo Nieddu del Rio sede del Museo del territorio l’Assessore comunale alla Cultura Domenica Bumbaca ha aperto le sue porte. Presenti la presidente di Ulysses, Marisa Cagliostro, l’arch. Pina Vitetta, il prof. Attilio Spanò, la dott. Elisa Gervasi e la dott. Tiziana Romeo dell’Archeoclub di Locri.

Progetto itinerante

Il progetto “I Martedì dell’Arte”, nasce per dare vita a incontri – dibattito che mettano in stretta relazione il patrimonio culturale e il pubblico in precisi luoghi della provincia reggina. C’è l’esigenza di riempire un vuoto culturale cresciuto anche a seguito delle restrizioni per la pandemia – dichiara la presidente Cagliostro – Un contenitore che si sposta sul territorio rispetto alle tradizionali conferenze per apportare un contributo di conoscenza
attraverso la presenza di studiosi che raccontano la propria esperienza personale sul patrimonio dei beni culturali della provincia reggina creando di volta in volta una piattaforma liberamente aperta al pubblico.”

Conoscenza del territorio

L’intento è quello di rendere note tutte le sfaccettature dei luoghi della
cultura andando a cercare l’oggetto dell’incontro nella vasta serie di beni spesso poco o nulla conosciuti dai giovani o non addetti ai lavori o talvolta addirittura chiusi. Certamente il museo del territorio di Locri rappresenta un piccolo gioiello e quello che si auspica è che gli Enti interessati riescano a trovare il personale necessario per una stabile apertura al pubblico. –
continua.

La storia

Il recente restauro ha restituito dignità al Palazzo che rappresenta una straordinaria risorsa per le attività culturali del comune di Locri, risorsa da custodire ma anche da promuovere e valorizzare nell’ottica di costruire un itinerario turistico- culturale del comprensorio in coerenza con i programmi nazionali che hanno finanziato i lavori. La sua costruzione, già proprietà Teotino, risale probabilmente alla seconda metà del XIX secolo come desumibile dal progetto di ampliamento della città, redatto dall’’ing.
Dell’Orto nel 1872, che riporta nello stesso sito un edificio del tutto simile per forma e dimensioni al palazzo. Oggi ospita una ricca collezione di reperti archeologici il cui allestimento espositivo è stato curato dalla d.ssa Rossella Agostino già direttrice del Polo museale di Locri, oggi guidato dalla dott. Elena Trunfio. Il Palazzo ospita anche la Biblioteca Candida.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007