Messina senz'acqua, disagi e lezioni a rischio. L'Amam: ritorno alla normalità entro giovedì - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina senz’acqua, disagi e lezioni a rischio. L’Amam: ritorno alla normalità entro giovedì

Messina senz’acqua, disagi e lezioni a rischio. L’Amam: ritorno alla normalità entro giovedì

lunedì 26 Ottobre 2015 - 07:51
Messina senz’acqua, disagi e lezioni a rischio. L’Amam: ritorno alla normalità entro giovedì

Almeno 3 giorni di acqua erogata con il contagocce. Queste le previsioni per i prossimi giorni dopo la frana che ha causato i problemi alla condotta dell'Alcantara. Alle 10 conferenza stampa del presidente dell'Amam, ma i primi disagi stanno avendo conseguenze anche sul regolare svolgimento delle lezioni scolastiche.

Si prospetta una brutta settimana sotto il profilo dei servizi per Messina. Infatti dopo un week end a secco, per i problemi legati alla frana ed alla condotta dell’Alcantara, la certezza è che ci saranno almeno altri 3 giorni di gravi disagi per l’erogazione idrica. Alle 10 il presidente dell’Amam Leonardo Termini illustrerà gli interventi urgenti che l’azienda intende adottare per limitare i disagi e soprattutto i tempi per evitare che la città piombi nell’emergenza.

Ma già stamane il caos si è registrato per le scuole, dal momento che non c’è stata alcuna ordinanza come avviene per l’allerta meteo così le famiglie non sono a conoscenza delle decisioni dei direttori in merito all’apertura delle scuole ed al regolare svolgersi delle lezioni. C’è chi manderà gli studenti a casa prima e chi sta decidendo in queste ore. Alcuni dirigenti scolastici, non potendo chiudere le scuole per mancanza di un provvedimento ufficiale hanno fatto appello ai genitori, invitandoli, proprio alla luce delle problematiche di ordine igienico-sanitario che andranno ad aggravarsi nelle prossime ore a non mandare i figli a scuola sin da oggi. Si attende comunque un provvedimento da parte dell'amministrazione che valga come atto ufficiale per tutte le scuole. Alla mancanza di acqua quindi si stanno aggiungendo ulteriori difficoltà per la confusione causata dal disagio. I rubinetti a secco comunque comporteranno problemi serissimi a tutti gli edifici pubblici ma anche agli esercenti, alle imprese, e soprattutto agli ospedali. Si attendono quindi risposte chiare ed urgenti dal presidente Termini prima che la città piombi negli anni ’60 quando l acqua era erogata con il contagocce.

Tag:

12 commenti

  1. Lillo pellizzotto 26 Ottobre 2015 08:42

    Come al solito in questa città non esiste una testa pensante
    Ed allora sapendo tutti l’emergenza perché non si è provveduto per tempo a bloccare istituti pubblici scuole ed in particolare gli ospedali con piani mirati ?
    In questo momento sono allo Io Mi ed ho ascoltato le criticità
    Il d.s. sta provvedendo ad emanare le disposizioni consequenziali

    0
    0
  2. Lillo pellizzotto 26 Ottobre 2015 08:42

    Come al solito in questa città non esiste una testa pensante
    Ed allora sapendo tutti l’emergenza perché non si è provveduto per tempo a bloccare istituti pubblici scuole ed in particolare gli ospedali con piani mirati ?
    In questo momento sono allo Io Mi ed ho ascoltato le criticità
    Il d.s. sta provvedendo ad emanare le disposizioni consequenziali

    0
    0
  3. non è vero che l’acqua viene distribuita con il contagocce, acqua non ne esce proprio da sabato alle 16.00, vorrei capire perchè il sindaco non provvede ad informare i propri concittadini e perchè nella zona nord hanno l’acqua e nella zona sud no, siamo alle solite i privileggiati ci sono e sempre ci saranno.

    0
    0
  4. non è vero che l’acqua viene distribuita con il contagocce, acqua non ne esce proprio da sabato alle 16.00, vorrei capire perchè il sindaco non provvede ad informare i propri concittadini e perchè nella zona nord hanno l’acqua e nella zona sud no, siamo alle solite i privileggiati ci sono e sempre ci saranno.

    0
    0
  5. ecco questa è la risposta di ki vuole il ponte UNA CITTA SENZA ACQUA

    0
    0
  6. ecco questa è la risposta di ki vuole il ponte UNA CITTA SENZA ACQUA

    0
    0
  7. Ma è mai possibile che non si può usufruire dell’acqua esistente nella nostra provincia (mi riferisco all’Alcantera) e dobbiamo mendicare quella proveniente dalla provincia di Catania, con buchi e frane che si verificano spesso????!!!!!

    0
    0
  8. Ma è mai possibile che non si può usufruire dell’acqua esistente nella nostra provincia (mi riferisco all’Alcantera) e dobbiamo mendicare quella proveniente dalla provincia di Catania, con buchi e frane che si verificano spesso????!!!!!

    0
    0
  9. Scusate, ma perché la spazzatura da ieri non viene raccolta? Centra qualcosa con l’acqua? o già si sentono AMAM e sono tutti a tappare il buco nella condotta?!?

    0
    0
  10. Scusate, ma perché la spazzatura da ieri non viene raccolta? Centra qualcosa con l’acqua? o già si sentono AMAM e sono tutti a tappare il buco nella condotta?!?

    0
    0
  11. Ma i magistrati messinesi l’acqua ce l’hanno? O forse è arrivato il momento che anche loro comincino a chiedersi il perchè di questa… ostinazione?

    0
    0
  12. Ma i magistrati messinesi l’acqua ce l’hanno? O forse è arrivato il momento che anche loro comincino a chiedersi il perchè di questa… ostinazione?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x