"De Luca in minoranza, luna di miele finita", il Pd sfida il sindaco: "Pronti a governare Taormina"

“De Luca in minoranza, luna di miele finita”, il Pd sfida il sindaco: “Pronti a governare Taormina”

Carmelo Caspanello

“De Luca in minoranza, luna di miele finita”, il Pd sfida il sindaco: “Pronti a governare Taormina”

Tag:

lunedì 10 Giugno 2024 - 18:34

Il circolo dem della città turistica analizza il voto per il rinnovo del Parlamento europeo e guarda "al futuro della città turistica"

di Carmelo Caspanello
TAORMINA – Il circolo del Partito democratico di Taormina analizza con toni perentori il risultato delle recenti elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo nella città turistica, puntando l’indice verso l’Amministrazione comunale in carica, eletta poco più di un anno fa e guidata dal sindaco Cateno De Luca. Il Pd sostiene che, nonostante il plebiscito di un anno fa, quell’era politica si sarebbe già chiusa. “All’esito del voto – esordisce il Circolo – bisogna chiaramente prendere atto che l’Amministrazione in carica è minoranza. Se ieri si fosse votato per le comunali, con la stessa affluenza del 2023 avremmo sancito che in un solo anno di fatto avrebbe perso oltre 1.700 voti. Il ridimensionamento – secondo il Pd – si estende anche a Messina, alla provincia e alla regione, dove il risultato è stato del 7,5%, ben lontano da ogni possibilità di condurre una coalizione alternativa al centrodestra al governo. La luna di miele con la città è finita – chiosano i dem -. Il papa straniero i miracoli non li fa”, sbottano mettendo in dubbio l’efficacia delle azioni dell’amministrazione De Luca.

Opportunità per il centrosinistra

Il Pd di Taormina vede un’opportunità nel risultato delle elezioni recenti. “Il dato è che la coalizione allargata del centrosinistra (Pd, M5S, Avs, Azione, Sue) a Taormina ha ottenuto il 30% dei consensi, quindi si candida a pieno titolo per esprimere la sua proposta di governo per la città. La nostra – spiegano i dem – è una proposta che andrà di pari passo con la voglia di rinnovamento, nelle persone, nei temi e nei metodi, che è emersa dalle amministrative del 2023 e dalle europee di ieri”.

Invito all’unità e al cambiamento

Il circolo Pd conclude con un invito all’unità e al cambiamento: “Proposta aperta a tutti i migliori che vorranno spendersi, oltre il perimetro politico del centrosinistra. Anche nel massimo rispetto dell’attuale composizione della minoranza consiliare, che però è chiamata a prendere posizione e rispondere alla relazione annuale, non per difendere il passato, ma per amore di verità e per chiudere una volta per tutte con la novella del cavaliere straniero che viene in soccorso della bella Taormina, abusata dalla vecchia politica, ma non per salvarla, piuttosto per sottometterla, perché nella fretta di far entrare i nuovi padroni dalla porta principale – conclude il Pd – pare essere diventati stranieri in casa propria”.

3 commenti

  1. Forse al PD si dovrebbe ricordare che i voti validi per le comunali sono quelli passati, non quelli odierni ma non avendo niente di meglio su cui discutere si attaccano al loro posto nulla, pure se mio nonno non moriva era vivo, ma purtroppo è morto.

    15
    16
  2. Sconfitta, previsioni fallite, politica mediocre.
    Speriamo Messina e Taormina risorgano, con persone che rispettino di più le città. Senza fare saltelli “usando” le Città…
    Per il PD…mah, forse non sarebbe molto meglio, appena prendono confidenza, e daje con le tasse.

    13
    14
  3. La prossima volta si candita a sindaco di Roma.

    14
    15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Premi qui per commentare
o leggere i commenti
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007