Dipendenti comunali in bici, in arrivo 20 prototipi a emissioni zero - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Dipendenti comunali in bici, in arrivo 20 prototipi a emissioni zero

Francesca Stornante

Dipendenti comunali in bici, in arrivo 20 prototipi a emissioni zero

sabato 22 Luglio 2017 - 06:40

Il Ministero all'Ambiente ha finanziato l'acquisto di 20 bici a pedalata assistita per un importo di 24 mila euro che presto arriveranno in città. Saranno utilizzate da dipendenti Atm, del dipartimento Viabilità e dalla Polizia Municipale per gli spostamenti durante le ore di lavoro.

In principio era stato il sindaco Accorinti a viaggiare in bicicletta verso Palazzo Zanca. Nei primi giorni dopo l’elezione il primo cittadino amava arrivare al Comune in sella alla sua bici, poi pian piano messa da parte. Adesso però saranno alcuni dipendenti comunali a muoversi in bicicletta durante le ore di lavoro. Un esperimento che fa parte di un progetto del Ministero dell’Ambiente. Messina partecipa insieme ad altre città italiane e a breve arriveranno i nuovi mezzi a due ruote che fanno parte della dotazione prevista per promuovere il prototipo di biciletta a pedalata assistita ad alto rendimento e ad emissioni zero sviluppato da Ducati Energia (e-bike 0), partner dell’accordo sottoscritto insieme al Ministero all’Ambiente e all’Associazione dei Comuni Italiani. In città arriveranno due rastrelliere con 20 prototipi di bici, un acquisto da 24 mila euro finanziato proprio dal Ministero. A chi toccherà utilizzarle? Sarà il personale Atm e la Polizia Municipale a sperimentare i prototipi.

Per decidere a chi assegnare le bici, l’amministrazione comunale ha avviato una ricognizione presso gli enti e le aziende del territorio, dotati della figura del mobility manager, per verificare l'interesse all’assegnazione dei 20 prototipi, ripartiti in due rastrelliere, ciascuna con colonnina ad alimentazione elettrica. L’Atm ha subito ha manifestato la volontà di utilizzare i prototipi per gli spostamenti istituzionali dei propri dipendenti e infatti una delle rastrelliere sarà collocata all’interno dell’impianto di via La Farina e i mezzi saranno condivisi tra il personale dell’azienda trasporti e il personale dipendente del Dipartimento comunale Mobilità Urbana e Viabilità. La seconda rastrelliera verrà invece collocata nel garage del Palacultura, dove hanno sede il Dipartimento Politiche culturali ed educative e il Corpo di Polizia Municipale sezione Nord.

Quali sono gli obiettivi del progetto ministeriale: rafforzare ed integrare le azioni di mobilità sostenibile già adottate dai Comuni per ridurre l’inquinamento atmosferico e la congestione derivante dal traffico veicolare; diffondere la cultura della mobilità sostenibile e l'utilizzo di mezzi di trasporto ad impatto ambientale nullo per gli spostamenti quotidiani dei cittadini; aggiornare gli strumenti di pianificazione della mobilità nelle città.

Il Comune anticiperà i 24 mila euro finanziati dal Ministero per rientrare nell’attivazione del progetto entro novembre 2017, poi le somme saranno interamente restituite. L’iter è ufficialmente partito. A breve le 20 bici assistite dovrebbero arrivare in città e circolare per le strade tra i vari palazzi comunali.

Francesca Stornante

Tag:

8 commenti

  1. OTTIMO PER I DIPENDENTI CHE HANNO UNA MEDIA DI ETA’ DI OLTRE 50 ANNI, ALMENO COSI’ SI CONTRIBUIRA’ A FAR DIMINUIRE I VALORI DEL COLESTEROLO TRIGLICERIDI E TENERE LONTANO IL DIABETE OLTRE L’OBESITA’. BRAVI SONO CONTENTO PERO’ CERCATE DI NON BATTERE IN VELOCITA’ GIMONDI E ZANDEGU’

    0
    0
  2. Se gli mettono i cestini portaspesa può essere che 20 dipendenti li trovano…..

    0
    0
  3. MessineseAttenta 22 Luglio 2017 13:24

    U sinnacu ca bicicletta cadiu nto fossu e si sdirrupau.

    0
    0
  4. Жюсэппэ 22 Luglio 2017 22:23

    1200 euro per bicicletta non sono troppi?

    0
    0
  5. E’ BELLISSIMA L’INIZIATIVA COSI’ MESSINA NON SARA’ PIU’ UNA CITTA’ TETRA CON ACQUA RAZIONATA, SPORCIZIA, TOPI, ZANZARE TIBETANE PARDON VOLEVO DIRE ZANZARA TIGRE, NEGOZI CHIUSI, SEMAFORI SPENTI, PUNTI LUCI SPENTI E ALTRO, ALMENO SI SENTIRANNO GLI IMPIEGATI DEL COMUNE IL GIORNO DELLO STIPENDIO CHE SULLA BICICLETTA CANTANO NOI SIAMO I GIOVANI PIU’ GIOVANI PIU’ GIOVANI SIAMO L’ESERCITO DEL SURF, LES BICYCLETTES DE BELSIZE, FRAGOLE E CAPPELLINI E BELLEZZA IN BICICLETTA FILM DEL GRANDE CARLO CAMPANILE DEL 27 FEBBRAIO 1951. DATEGLI I PANTALONCINI CORTI DEI CICLISTI COSI’ I MESSINESI, QUANDO VEDRANNO I GOVANOTTI IMPIEGATI ANCHE OLTRE 60 ANNI POTRANNO FISCHIARE E DIRE CON GIOIA AL CUORE E SORRISO CHE GAMBE! DOVE VANNO QUESTE BELLEZZE IN BICICLETTA?

    0
    0
  6. voglio vedere quante di queste bici verranno utilizzate per l’ufficio e non sulla pista ciclabile o nelle vie cittadine di Rometta ecc.ecc. e non solo dai dipendenti assegnatari……………………………..

    0
    0
  7. Жюсэппэ 23 Luglio 2017 22:31

    Soldi pubblici spesi male. 1200 euro per una bicicletta sono troppi.

    0
    0
  8. L’ennesima svolta epocale è compiuta! Ora, però, sistemiamo le strade perché se cadono in una buca perdiamo 1200 euro di bicicletta è uno/due anni di stipendi per malattia per il dipendente… (cause civili a parte)!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007