Eventi e spettacoli live, l'Ars recepisce la norma nazionale: burocrazia semplificata - Tempostretto

Eventi e spettacoli live, l’Ars recepisce la norma nazionale: burocrazia semplificata

.

Eventi e spettacoli live, l’Ars recepisce la norma nazionale: burocrazia semplificata

Tag:

. |
martedì 09 Agosto 2022 - 16:06

La soddisfazione del coordinamento degli assessori che nei mesi scorsi aveva sottoscritto dei documenti per sollecitare l’Assemblea regionale siciliana

Dopo mesi di richieste, lettere, battaglie, da parte di Reacts, la Rete degli assessori a Cultura, Turismo e Spettacolo dei Comuni siciliani, la Regione ha recepito la normativa nazionale sugli spettacoli in vigore nel resto dello Stivale già da due anni. Si tratta di una norma  che permetterà di snellire le pratiche burocratiche non solo ai Comuni, ma anche alle stesse Questure in materia di autorizzazioni per quanto riguarda gli spettacoli dal vivo. “In Sicilia diversamente che nel resto d’Italia, gli adempimenti che riguardano le autorizzazioni in materia di sicurezza per gli eventi live vanno comunicate alla Questura invece che gestite direttamente dal Comune. Stessa cosa per quanto riguarda la convocazione della Commissione di pubblico spettacolo che attualmente deve essere convocata per gli eventi con più di 200 spettatori.
“È facile comprendere che in una Regione a vocazione turistica come la Sicilia – spiega il coordinamento degli assessori, che nei mesi scorsi aveva sottoscritto dei documenti per sollecitare l’Assemblea regionale siciliana – i Comuni abbiamo una fitta programmazione estiva, in specie in piazze e spazi aperti che superano quasi sempre la capienza di 200 persone, rendendo quindi necessaria una continua, praticamente quotidiana, convocazione delle Commissioni di pubblico spettacolo in contemporanea in quasi tutti i Comuni. Un impegno spesso insostenibile nei tempi e nei modi in primis per le Questure che riescono a fatica a gestire questa mole di richieste, poi per i membri delle Commissioni provinciali a cui l’impegno richiede di essere presenti in contemporanea in diversi Comuni e infine per i Comuni stessi, che rischiano sempre di dover annullare (e a volte è accaduto) gli eventi per impossibilità ad adempiere per tempo a tutti i passaggi burocratici necessari o appunto per mancata disponibilità dei soggetti interessati alle verifiche. Un danno enorme per i Comuni siciliani  – viene ancora sottolineato – che sugli eventi basano l’intera stagione estiva”.

“Una vittoria a metà”

Nasce da questa esigenza, a marzo 2022, Reacts che conta oggi gli assessori di circa 100 Comuni siciliani che hanno deciso di portare avanti insieme questa battaglia in tutte le sedi istituzionali e politiche necessarie. Ieri l’emendamento che proponeva il recepimento della norma nazionale è stato approvato e sarà in vigore dalla pubblicazione, nei prossimi giorni. “Si tratta di una vittoria a metà, è bene sottolinearlo – chiosa il coordinamento – perché purtroppo arriva comunque a stagione inoltrata, ma rappresenta una prima piccola battaglia vinta per gli Assessori alla Cultura, Turismo e Spettacolo che spesso non riescono ad organizzare stagioni culturali a causa di queste norme. L’emendamento riguarda spettacoli dal vivo fino a 1.000 persone che si svolgono tra le ore 8 e le 23 e il recepimento fa sì che non sia necessario convocare la Commissione di pubblica sicurezza e basterà fare una semplice comunicazione alla Questura invece di attenderne l’autorizzazione. La norma è valida solo fino al 31 dicembre prossimo, ma gli assessori, uniti e motivati da questo primo risultato, continueranno a lottare per far sì che il nuovo Governo regionale e quello Governo nazionale si impegnino a mettersi a tavolino per far sì che tali procedimenti possano essere recepiti a livello locale in modo definitivo e permanente e ci si possa adeguare finalmente alle norme nazionali che demandano ai Comuni il rilascio delle autorizzazioni per gli eventi, senza oberare le Questure. È tempo che la Regione Siciliana applichi norme che facilitino il turismo e l’organizzazione di eventi, dato che ormai molti di questi sono diventati un vero e proprio traino per le presenze e i flussi turistici regionali”.

I COMUNI ADERENTI A REACTS

ACATE
AGRIGENTO
ALCARA LI FUSI
ALI’ TERME
ALIA
ALIMINUSA
ASSORO
AUGUSTA
BAGHERIA
BELPASSO
BOMPIETRO
BRONTE
CACCAMO
CALATAFIMI SEGESTA
CALTABELLOTTA
CALTANISSETTA
CAMPOBELLO DI LICATA
CANICATTINI BAGNI
CAPACI
CAPO D’ORLANDO
CAPRI LEONE
CARINI
CASTEL DI LUCIO
CASTELBUONO
CASTELLANA SICULA
CASTELTERMINI
CASTELVETRANO
CEFALÁ DIANA
CEFALU’
CENTURIPE
CERDA
CESARO’
CIMINNA
CHIUSA SCLAFANI
COLLESANO
CORLEONE
FAVARA
FIUMEDINISI
FRANCAVILLA DI SICILIA
GALLODORO
GAGGI
GANGI
GRAVINA DI CATANIA
GROTTE
ISOLA DELLE FEMMINE
LAMPEDUSA E LINOSA
LENTINI
LERCARA FRIDDI
LETOJANNI
LICATA
LICODIA EUBEA
MALETTO
MALVAGNA
MARSALA
MAZARA DEL VALLO
MELILLI
MILITELLO VAL DI CATANIA
MISILMERI
MONTEMAGGIORE BELSITO
MUSSOMELI
MUSSOMELI
NASO
PAGLIARA
PALAZZO ADRIANO
PANTELLERIA
PATTI
PETRALIA SOTTANA
PIEDIMONTE ETNEO
POGGIOREALE
RACALMUTO
RAGALNA
RIPOSTO
ROCCAPALUMBA
SALEMI
SAN CIPIRELLO
SAN GREGORIO DI CATANIA
SAN MAURO CASTELVERDE
SANTA CRISTINA GELA
SANTA FLAVIA
SANTA MARGHERITA DI
BELICE
SAVOCA
SCIACCA
SCIARA
SICULIANA
SOLARINO
SPERLINGA
TAORMINA
TERRASINI
TRAPPETO
VALLELUNGA PRATAMENO
VENTIMIGLIA DI SICILIA
VILLABATE
VILLAFRANCA SICULA
VILLAFRATI
VILLALBA
VIZZINI

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007