Roghi nelle campagne di San Piero Patti. Situazione critica ma sotto controllo. - Tempostretto

Roghi nelle campagne di San Piero Patti. Situazione critica ma sotto controllo.

Gianluca Di Bella

Roghi nelle campagne di San Piero Patti. Situazione critica ma sotto controllo.

martedì 07 Agosto 2012 - 21:24

Impegnati volontari, uomini e mezzi della Protezione Civile della Misericordia di San Piero Patti. Il Responsabile della Protezione Regionale di Messina Bruno Manfrè: “Ci sono tante situazioni critiche nella Provincia e tutti i moduli sono impegnati. Il problema più grande è che dopo le 20:00 gli aerei non possono più volare e diventa difficile intervenire. L’impegno è massimo da parte di tutti, ma i focolai sono in aumento".

Complice la siccità e l’intensa ondata di calura che si è abbattuta sul territorio in questi giorni, con temperature che hanno superato i 40 gradi, sommati all’aumento dei terreni incolti e alla terribile e implacabile mano umana, il territorio Sampietrino, come del resto mezza Sicilia, è invaso da roghi.
Sembra di rivivere la tragica Estate del 2007, dove il caldo e l’incoscienza di piromani, provocarono una vastità di incendi che misero a dura prova tutta la Sicilia, e in particolare la provincia messinese, che pago il conto più saltato, in termini di ettari andati in fumo e di vite umane.
A San Piero Patti la situazione sembra essere sotto controllo, i volontari della Protezione Civile della Misericordia di San Piero Patti stanno dando l’anima, davanti ai 3 Km del fronte dell’incendio, che, ancora, non sono riusciti a spegnere.
I mezzi e gli uomini della Protezione Civile della Misericordia di San Piero Patti sono gli unici che stanno intervenendo, al momento, con l’ausilio dell’autobotte comunale. Sono entrati in azione alle 10:38 di stamani, nell’arco della giornata dodici uomini si sono alternati sul campo, suddivisi in due squadre di lavoro, oltre a diversi volontari che stanno dando una grandissima mano di aiuto ai quali vanno i ringraziamenti doverosi di tutta la comunità.
La situazione che desta più preoccupazione è nelle contrade di Sambuco, Colla Gorda, Fossa Neve e Cannavarì dove il fronte del fuoco è collegato a quello di contrada Sciardi e Castagnero.
Fuochi anche nelle contrade di Taffuri, Bellù, Rinazzo, Fondachello e Linazza.
In alcuni casi le fiamme si sono avvicinate pericolosamente ad alcune abitazioni sparse presenti nelle frazioni.
Per dare una risposta alle domande e lamentele degli abitanti del posto, che avrebbero gradito una maggiore presenza degli uomini della Protezione Civile Regionale, abbiamo chiesto chiarimenti al Responsabile della Protezione Regionale di Messina, Ing. Bruno Manfrè che ha dichiarato: “Ci sono tante situazioni critiche nella Provincia e tutti i moduli sono impegnati. Il problema più grande è che dopo le 20:00 gli aerei non possono più volare e diventa difficile intervenire. L’impegno è massimo da parte di tutti, ma i focolai sono in aumento.”
Alla domanda se la prevenzione in questi casi rappresenti un’arma importante per evitare queste situazioni, il responsabile ha risposto che in questo momento l’estensione degli incendi è troppo vasta per cui diventa difficile qualsiasi intervento, inoltre nella maggior parte di questi casi è la mano dell’uomo che la sta facendo da padrone.
Gianluca Di Bella

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007