Incidente sul lavoro al villaggio turistico, la sentenza sulla morte del neo assessore di Piraino

Incidente sul lavoro al villaggio turistico, la sentenza sulla morte del neo assessore di Piraino

Alessandra Serio

Incidente sul lavoro al villaggio turistico, la sentenza sulla morte del neo assessore di Piraino

lunedì 29 Gennaio 2024 - 17:03

Ignazio Natoli morì fulminato nel 2012, mentre montava un condizionatore

MESSINA – E’ stata confermata in appello la condanna ad un anno e 4 mesi (pena sospesa) per il titolare del villaggio Calanovella Mare, dove 12 anni fa morì sul lavoro Ignazio Natoli. La corte d’Appello di Messina ha giudicato responsabile di omicidio colposo l’imprenditore di Sinagra Achille Ioppolo. Un verdetto che il difensore, l’avvocata Alessandra Ioppolo, contesta e si prepara ad impugnare in Cassazione.

L’incidente sul lavoro

Era il 22 giugno 2012 e il 43enne stava lavorando all’impianto quando una violenza scarica elettrica lo colpì, non lasciandogli scampo. Era impegnato a montare un condizionatore insieme a due operai. Ignazio Natoli, sposato e con due figli, era stato nominato da poco assessore al patrimonio dal sindaco Gina Maniaci, eletta un mese prima.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007