Incognita Ponte. Siracusano: "Fermo nella fantozziana Commissione ministeriale" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Incognita Ponte. Siracusano: “Fermo nella fantozziana Commissione ministeriale”

Rosaria Brancato

Incognita Ponte. Siracusano: “Fermo nella fantozziana Commissione ministeriale”

martedì 15 Dicembre 2020 - 08:14
Incognita Ponte. Siracusano: “Fermo nella fantozziana Commissione ministeriale”

La ministra conferma che il progetto è al vaglio della Commissione tecnica ed i tempi di decisione sono ancora lunghi

Sulle sorti del Ponte sullo Stretto resta un grande punto interrogativo. Anzi, probabilmente l’opera resta tra “parentesi”, congelata e rinviata nel tempo.

Il Ponte in Commissione tecnica

E’ quanto emerso ieri dalle dichiarazioni della ministra ai trasporti Paola De Micheli che intervenendo ad un webinar con il sindaco di Palermo sul Recovey Fund ha di fatto ribadito che il Ponte è al vaglio della Commissione tecnica istituita presso il Mit. La Commissione si è insediata nei mesi scorsi e sta valutando i bisogni trasportici dell’isola, quindi è più che probabile che la decisione sull’opera resti congelata a lungo.

Le risorse del Recovery Fund

Il governo, scatenando peraltro le reazioni della giunta Musumeci e non solo, ha deciso di utilizzare le risorse del Recovery Fund per la Sicilia nel doppio binario Palermo-Catania- Messina (peraltro già finanziato da altri canali) e sulle strade provinciali, ponti e viadotti. Sul Ponte resta quindi la doppia incognita dei tempi e della Commissione. Musumeci ha chiesto un incontro con il governo nazionale perché sul Recovery non si è tenuto in considerazione il parere delle Regioni e perché il gap tra Nord e Sud resta anche in termini di percentuale di distribuzione.

“Commissione fantozziana”

Sul Ponte intanto commenta la deputata messinese Matilde Siracusano: “Il ministro dei Traporti Paola De Micheli non risponde sul Ponte sullo Stretto di Messina e tira in ballo l’ormai famosa e, ahinoi, fantozziana Commissione ministeriale che dovrà esprimersi – in realtà avrebbe dovuto farlo entro il 30 novembre – in merito ai bisogni di trasporto in Sicilia e nel Continente, sia sul fronte passeggeri che su quello merci. Come se nel 2020 in Italia ci fosse ancora il bisogno di un lavoro di approfondimento su questi ormai stranoti temi”. La De Micheli ha ribadito che la decisione sul Ponte sarà politica e sarà del Parlamento quando il lavoro della Commissione sarà finito.

Sud isolato

E la Siracusano evidenzia come, nei fatti, il Pd abbia abdicato sul piano politico per quel che riguarda il Ponte, sposando la linea dei 5Stelle che sono contrari. “Così, ancora per anni, il Sud del Paese resterà isolato, marginale, e con lo stop alle infrastrutture chiave saranno compromesse anche residue opportunità di crescita e rilancio per le Regioni del Mezzogiorno. Il governo Conte si sta assumendo una gravissima responsabilità”.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. bonanno giuseppe 15 Dicembre 2020 11:29

    ma perche non pensa agli anni in cui ha governato Berlusconi dal 1994 in poi e non ha fatto una mmazza anzi…………allora di fantozzi ne esistevano tanti ….compreso un Ministro con lo stesso nome ahahahahahah

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x